Close
Home Chi siamo App Rimedi Naturali Shop Il nostro libro Vita sana
Natural Remedies Logo Rimedi Naturali Rimedi Naturali

Cannella, la dolce spezia contro il diabete tipo 2

novembre 23, 2023
Share on Facebook Share on Twitter Share on Whatsapp Share on Pinterest Email
Cannella, la dolce spezia contro il diabete tipo 2

Una spolverata di cannella per contrastare il diabete tipo 2! Finalmente una recentissima ricerca ha saputo fare chiarezza su questo interessantissimo argomento, grazie all'analisi e al confronto di 24 studi precedenti eseguiti fino a dicembre 2022. La ricerca è pubblicata sulla rivista Phytotherapy Research grazie al lavoro di un team iraniano (Moridpour et al, Phytother Res, 2023).

La cannella contrasta il diabete tipo 2, ecco cosa dice la scienza

Lo studio, come indicato nell'introduzione, è solido in quanto si basa sui dati raccolti da ben 24 studi precedenti. Quanto emerge con chiarezza è che includere nella propria alimentazione quotidiana la cannella aiuta, in persone con diagnosi di diabete tipo 2, a ridurre in modo significativo la glicemia a digiuno, la resistenza all'insulina e l'emoglobina glicata. L'emoglobina glicata è un indice molto importante in quanto rappresenta i valori medi di glicemia negli ultimi mesi e pertanto è una fotografia molto più veritiera della semplice misurazione della glicemia al momento dell'analisi del sangue di come un eventuale diabete viene tenuto sotto controllo.

Conclusioni e avvertenze

Lo studio indica che la cannella è una spezia utile per tenere sotto controllo la glicemia e contrastare il diabete tipo 2. Oltre a questa azione, sappiamo da studi precedenti che la cannella è anche ipocolesterolemizzante, antitumorale e antiossidante. Ecco quindi che la cannella può essere aggiunta, senza esagerare e con moderazione, allo yogurt, agli smoothie o anche alle macedonie. In alternativa e solo dopo averne parlato con il proprio medico, la cannella è disponibile anche come integratore. Infine, una nota. In commercio puoi trovare la cannella cassia e la cannella di ceylon. Quest'ultima è più sicura se si intende assumerla per periodi di tempo prolungati in quanto contiene bassi livelli di cumarine, sostanze che, ad alte dosi e sul lungo periodo, possono risultare epatotossiche. Le cumarine sono invece contenute in quantità nettamente maggiori nella cannella cassia.

Share on Facebook Share on Twitter Share on Whatsapp Share on Pinterest Email
Natural Remedies
Scarica ora l'App Rimedi Naturali, l'app di benessere e salute naturale, è gratis!
App Rimedi Naturali: benessere, bellezza e salute
Lifestyle, dieta sana, cosmesi naturale
Remedies App Logo