Menu
Natural Home Remedies healthy recipesNatural Home Remedies healthy lifestyle
Contro l’Alzheimer vengono in aiuto i cibi ricchi di flavonoidi

Contro l’Alzheimer vengono in aiuto i cibi ricchi di flavonoidi

È possibile ridurre il rischio di sviluppare l’Alzheimer? Secondo la scienza, sì, si può fare, agendo su fattori modificabili come la dieta. La dieta Mediterranea, infatti, si è dimostrata capace di proteggere il cervello e di ridurre il rischio di sviluppare Alzheimer e declino cognitivo. Non solo, come dimostrato nella ricerca di cui parliamo oggi, anche i cibi ricchi di flavonoidi sono in grado di abbassare il rischio di Alzheimer. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista The American Journal of Clinical Nutrition da parte di un team della Boston University School of Medicine (Shishtar et al, The American Journal of Clinical Nutrition, Aug 2020).
I flavonoidi sono sostanze antiossidanti contenute in alcuni cibi, come i frutti di bosco, gli agrumi, tè nero e tè verde, cioccolato fondente, prezzemolo, sedano, cipolle, mele e prodotti della soia. I flavonoidi proteggono il cervello attraverso due meccanismi, da una parte agiscono da antiossidanti contrastando i danni dei radicali liberi, dall’altra proteggono i neuroni dalle neurotossine e contrastano la neuroinfiammazione. Fino ad ora, gli studi che si sono occupati di capire se i flavonoidi possono ridurre il rischio di Alzheimer hanno coperto periodi di tempo troppo brevi per poter arrivare ad un risultato certo. La ricerca in esame, invece, si è basata sui dati di uno studio iniziato nel 1948 su più di 5000 persone di età compresa tra i 28 e 63 anni. I partecipanti allo studio sono stati seguiti negli anni valutando regolarmente il loro stato di salute, sia fisica che mentale, e il tipo di dieta. In questo modo, è stato possibile per gli scienziati estrapolare i dati di interesse, e cioè l’apporto di flavonoidi attraverso l’alimentazione. Quello che è emerso è che, sul lungo periodo, si parla di una media di circa 20 anni, chi aveva consumato le quantità maggiori di cibi ricchi di flavonoidi mostrava un rischio più basso di sviluppare Alzheimer e demenza rispetto a chi invece aveva consumato basse quantità di questi alimenti.
AUTORE
Unisce la sua passione per uno stile di vita naturale e la sua formazione universitaria, è infatti laureata in fisica e ha il dottorato di ricerca in fisica, settore biofisica. Leggere articoli scientifici, documentarsi sulle ultime ricerche e testare nuovi metodi e ricette è quindi da sempre il suo lavoro, che, speriamo, di aver reso utile.
Natural Remedies App Logo
Scarica ora l'App Rimedi Naturali, l'app di benessere e salute naturale, è gratis!

Potrebbero anche interessarti queste ricerche scientifiche

Contro la cistite resistente agli antibiotici un aiuto dagli oli essenziali di tea tree e timo
Contro la cistite resistente agli antibiotici un aiuto dagli oli essenziali di tea tree e timo
Uno dei disturbi più comuni, che prima o poi tutti, nel corso della vita, sperimentiamo, è dato sicuramente dalle infezioni del tratto urinario causate da alcuni batteri come Escherichia coli, ma anche Staphylococcus sap
Per scacciare insonnia, ansia e depressione un aiuto dai probiotici
Per scacciare insonnia, ansia e depressione un aiuto dai probiotici
Migliorare la salute del microbiota intestinale per migliorare… il sonno! Eh sì, perché il nostro intestino è collegato al nostro cervello e assumere probiotici per supportare i batteri buoni intestinali può aiutare a co
Ginkgo biloba, un possibile aiuto contro l’Alzheimer?
Ginkgo biloba, un possibile aiuto contro l’Alzheimer?
Darwin lo chiamava il fossile vivente, eh sì perché il ginkgo biloba è di fatto l’unica pianta sopravvissuta della sua famiglia, le Ginkgoaceae. Per fortuna, aggiungiamo noi, perché il ginkgo biloba sembra proprio uno de
Dal rosmarino un aiuto contro Alzheimer, Parkinson, COVID 19 e Long Covid
Dal rosmarino un aiuto contro Alzheimer, Parkinson, COVID 19 e Long Covid
Dall'aroma intenso e avvolgente, il rosmarino è un ingrediente che non può mancare nella preparazione di patate, zuppe, salse e pane. Il suo olio essenziale ha mostrato di migliorare la concentrazione e di stimolare la c
Gambe gonfie? Un aiuto dal ginseng siberiano
Gambe gonfie? Un aiuto dal ginseng siberiano
L’eleuterococco, chiamato anche ginseng siberiano, nome scientifico Eleutherococcus senticosus, è un arbusto da cui si ricava un rimedio naturale dall’azione tonica e rinvigorente, capace di migliorare le condizioni fisi
Occhio secco, un aiuto dalle vitamine
Occhio secco, un aiuto dalle vitamine
Infiammazioni dell'occhio e occhio secco, un aiuto viene dalle vitamine. Ebbene sì, sembra che alcune vitamine, come le vitamine A e D, sia assunte per via interna che applicate esternamente attraverso colliri, possono p
Contro le zanzare un aiuto da alcuni oli essenziali
Contro le zanzare un aiuto da alcuni oli essenziali
Le zanzare sono, ahimè, le sgradite compagne dell'estate, di notte e di giorno. Esistono dei rimedi naturali, senza effetti collaterali, che possano aiutare a scacciare questi fastidiosi insetti? Certamente, alcuni oli e
Colon irritabile, un aiuto da alcuni tipi di probiotici
Colon irritabile, un aiuto da alcuni tipi di probiotici
La sindrome dell'intestino irritabile, o colon irritabile, è una condizione molto comune tra la popolazione e può causare sintomi poco piacevoli o persino debilitanti, tra cui anche depressione. I probiotici possono risu
Rimedi naturali
Scarica l'App
Copyright © 2022 - Rimedi naturali Registered Brand 302018000008020
x