Menu
Natural Home Remedies healthy recipesNatural Home Remedies healthy lifestyle
Coronavirus, da Pittsburgh un possibile vaccino?

Coronavirus, da Pittsburgh un possibile vaccino?

Gli scienziati di tutto il mondo sono al lavoro per fornirci sempre più armi contro il nuovo coronavirus. Una nuova speranza sembra arrivare dall’Università di Pittsburgh, School of Medicine, dove un team di ricercatori ha annunciato che sta lavorando ad un possibile vaccino contro il SARS-CoV-2, il virus che sta causando la pandemia di COVID-19. La ricerca è stata pubblicata pochi giorni fa sulla rivista EBioMedicine appartenente a The Lancet (Kim et al, 2020).
I ricercatori di Pittsburgh, guidati dal dottor Andrea Gambotto, professore associato alla Pitt School of Medicine, hanno testato, al momento sui topi, un vaccino somministrato attraverso un cerotto. Ebbene, il vaccino ha prodotto anticorpi contro il nuovo coronavirus in una quantità sufficiente da neutralizzare il virus. La particolarità della somministrazione è che il vaccino non viene iniettato attraverso un solo ago ma da 400 microaghi composti di zucchero e una proteina, chiamata proteina spike, che, una volta entrata nel corpo, fa produrre gli anticorpi specifici contro il coronavirus. I microaghi non provocano dolore e si dissolvono rapidamente. La produzione del vaccino, attraverso questo cerotto, è perfettamente scalabile, significa che si può aumentare la produzione senza problemi, e non c’è necessità di refrigerazione durante il trasporto. Gli scienziati hanno potuto giungere rapidamente a questo tipo di vaccino perché erano anni che lavoravano ai virus del tipo coronavirus, dalle precedenti epidemie di SARS e MERS (responsabile della sindrome respiratoria mediorientale) del 2003 e 2014 rispettivamente. Nel caso della MERS il vaccino produce anticorpi per un anno intero e si pensa che possa funzionare allo stesso modo contro il nuovo coronavirus.
Normalmente l’iter di sperimentazione di un vaccino richiederebbe tempi lunghi, più di un anno. Tuttavia, come evidenziato dagli stessi autori della ricerca, ora ci troviamo in una situazione emergenziale e si sta lavorando per snellire e velocizzare il processo per arrivare il prima possibile alla sperimentazione sull’uomo.
AUTORE
Unisce la sua passione per uno stile di vita naturale e la sua formazione universitaria, è infatti laureata in fisica e ha il dottorato di ricerca in fisica, settore biofisica. Leggere articoli scientifici, documentarsi sulle ultime ricerche e testare nuovi metodi e ricette è quindi da sempre il suo lavoro, che, speriamo, di aver reso utile.
Natural Remedies App Logo
Scarica ora l'App Rimedi Naturali, l'app di benessere e salute naturale, è gratis!

Potrebbero anche interessarti queste ricerche scientifiche

Tè verde e carote, una possibile arma contro l’Alzheimer?
Tè verde e carote, una possibile arma contro l’Alzheimer?
Prima di diventare una bevanda, il tè era una medicina, così scriveva nei primi anni del ‘900 Okakura Kakuzo, l’autore della prima opera dedicata alla cerimonia del tè verde giapponese. E aveva ragione, visti i recentiss
La vitamina D protegge da complicanze causate da un infezione virale, anche nel caso del nuovo coronavirus, ulteriori conferme
La vitamina D protegge da complicanze causate da un infezione virale, anche nel caso del nuovo coronavirus, ulteriori conferme
Un aiuto in più contro il nuovo coronavirus? Senza dubbio, la vitamina D. Questa vitamina, infatti, non protegge solo ossa e muscoli, ma anche il nostro tratto respiratorio. Fino ad oggi il ruolo protettivo della vitamin
Coronavirus, come e quando usare la mascherina?
Coronavirus, come e quando usare la mascherina?
Per contrastare l’epidemia di coronavirus sono state elaborate precise linee guida dall’OMS e dal governo. Molto si è dibattuto sull’utilità della mascherina, quando questa è necessaria e quando no, vediamo di capire meg
Coronavirus, nuove linee guida e norme igienico sanitarie
Coronavirus, nuove linee guida e norme igienico sanitarie
Aggiorniamo la sezione riguardante il nuovo coronavirus. In questo momento l’informazione è importante, perché tutti noi, con piccoli gesti e accorgimenti, possiamo contribuire a ridurre il diffondersi del virus. Ma è an
Coronavirus, le mascherine fatte in casa proteggono?
Coronavirus, le mascherine fatte in casa proteggono?
L’emergenza coronavirus, che si è rivelata più virulenta del previsto, ha reso le mascherine uno strumento di protezione personale necessario ma, purtroppo, non sempre facilmente reperibile o acquistabile a prezzi giusti
Coronavirus, come igienizzare le mascherine riutilizzabili
Coronavirus, come igienizzare le mascherine riutilizzabili
Le mascherine sono diventate obbligatorie nei luoghi chiusi e, in molte regioni, anche all’aperto. Alcune mascherine, come quelle chirurgiche, vanno buttate dopo il loro utilizzo, altre mascherine, come quelle FFP2 o di
Coronavirus, la distanza di sicurezza tra persone
Coronavirus, la distanza di sicurezza tra persone
Contro il Coronavirus abbiamo un’arma in più rispetto al passato. Abbiamo infatti dalla nostra la grande evoluzione scientifica che, negli anni, è progredita, si è arricchita di strumenti sempre più potenti e sofisticati
Coronavirus, si va verso nuove possibilità di trattamento
Coronavirus, si va verso nuove possibilità di trattamento
L’emergenza coronavirus ha reso necessario schierare in campo tutte le forze possibili nella ricerca di un vaccino e di una cura. Se per il vaccino i tempi sono lunghi, si parla di un anno, attualmente sono in corso dive
Rimedi naturali
Scarica l'App
Copyright © 2022 - Rimedi naturali Registered Brand 302018000008020
x