Menu
Natural Home Remedies healthy recipesNatural Home Remedies healthy lifestyle
Coronavirus è presente anche nelle lacrime

Coronavirus è presente anche nelle lacrime

Fino ad oggi si sapeva che gli occhi potevano essere una porta di accesso del virus all’interno del corpo. Una nuova ricerca scientifica, pubblicata pochi giorni fa sulla rivista Annals of Internal Medicine da parte di un team dell’Istituto Spallanzani di Roma, afferma anche un’altra cosa, e cioè che gli occhi possono essere anche una possibile fonte di contagio.
Infatti, i ricercatori hanno osservato la presenza del virus attivo, in grado cioè di replicarsi, nelle lacrime di una donna affetta da COVID-19. Non solo, mentre i tamponi oro-faringei risultavano già negativi dopo il decorso della malattia, le lacrime presentavano ancora il virus. Il nuovo coronavirus, pertanto, dimostra di resistere di più negli occhi, è presente fin dalla prima fase del contagio ed è stato rilevato anche fino a 27 giorni dal ricovero della paziente.

Quali conseguenze ha questo risultato?

In primo luogo, che occorre prestare molta attenzione durante gli esami oculistici e che medici e oftalmologi dovrebbero indossare visiere protettive. Poi, che è molto importante attenersi alla regola generale di non toccare con le mani gli occhi e, in caso, di lavarsi le mani con acqua e sapone per un minuto e/o ricorrere anche a un disinfettante che contenga alcool almeno al 60%. Questa misura è importante per evitare ulteriori contagi nel caso di una persona infettata dal virus.

La ricerca però viene contestata

La ricerca però è stata contestata da scienziati dell’Università di Singapore. Infatti, nella ricerca pubblicata sulla rivista Ophthalmology (Seah et al, 2020), gli scienziati hanno analizzato le lacrime di 17 persone affette da COVID-19 e nessuna presentava traccia del virus a livello degli occhi. Tuttavia, i risultati dello Spallanzani sono stati osservati e quindi è possibile aspettarsi che in alcuni casi il virus sia presente anche negli occhi, o perché è entrato proprio dagli occhi, o perché non è da escludere un collegamento dal naso verso gli occhi. La ricerca proseguirà e, in attesa che si faccia chiarezza, è bene prestare molta attenzione agli occhi evitando il più possibile contatti con le mani.
AUTORE
Unisce la sua passione per uno stile di vita naturale e la sua formazione universitaria, è infatti laureata in fisica e ha il dottorato di ricerca in fisica, settore biofisica. Leggere articoli scientifici, documentarsi sulle ultime ricerche e testare nuovi metodi e ricette è quindi da sempre il suo lavoro, che, speriamo, di aver reso utile.
Natural Remedies App Logo
Scarica ora l'App Rimedi Naturali, l'app di benessere e salute naturale, è gratis!

Potrebbero anche interessarti queste ricerche scientifiche

I diversi tipi di tè e i loro benefici contro il nuovo coronavirus
I diversi tipi di tè e i loro benefici contro il nuovo coronavirus
Contro il nuovo coronavirus le armi a nostra disposizione sono prevenire l’infezione, usando quindi misure igieniche e di distanziamento, e mettere il corpo nelle migliori condizioni per rispondere alla minaccia. Ecco pe
Lattoferrina, la sostanza naturale che blocca il coronavirus
Lattoferrina, la sostanza naturale che blocca il coronavirus
La lattoferrina è una proteina naturale presente nel latte materno e capace di aiutare il neonato a sviluppare le difese immunitarie. Ebbene, sembra proprio che questa proteina, che al giorno d’oggi viene venduta in tutt
Rooibos, un aiuto contro l'infiammazione cronica, il nuovo coronavirus e il Long Covid
Rooibos, un aiuto contro l'infiammazione cronica, il nuovo coronavirus e il Long Covid
Il nuovo coronavirus è per noi un virus nuovo, di cui si sa ancora poco. Ma una cosa appare chiara, in base alle ultime ricerche scientifiche, i problemi maggiori sia durante l'infezione acuta che nei mesi successivi all
Coronavirus e test sugli anticorpi
Coronavirus e test sugli anticorpi
Negli ultimi tempi si sente sempre più spesso parlare di test rapidi sugli anticorpi per capire se siamo entrati in contatto con il nuovo coronavirus. Ma esattamente, come si deve interpretare il risultato di questi test
Coronavirus e particolato atmosferico
Coronavirus e particolato atmosferico
La Società Italiana di Medicina ambientale ha da poco annunciato di aver rilevato il nuovo coronavirus nel particolato atmosferico. In particolare, i ricercatori hanno prelevato campioni di PM10 in aria in alcune zone in
Una sostanza presente nei vegetali a foglia verde protegge la salute del microbiota intestinale
Una sostanza presente nei vegetali a foglia verde protegge la salute del microbiota intestinale
Quando mangiamo gli spinaci o l'insalata, mastichiamo e ingoiamo senza pensarci. Eppure, un gesto così semplice e apparentemente di poca importanza innesca nel nostro corpo una reazione a catena davvero affascinante per
Coronavirus e take way, è sicuro il cibo ordinato o da asporto?
Coronavirus e take way, è sicuro il cibo ordinato o da asporto?
L’emergenza coronavirus è ancora alta e in diversi paesi ristoranti e bar sono chiusi. Tuttavia, è possibile ordine cibo take away nella maggior parte dei Paesi. Cosa in fare in questo caso? Esiste qualche rischio di con
La vitamina D promuove l’eliminazione del nuovo coronavirus dal corpo?
La vitamina D promuove l’eliminazione del nuovo coronavirus dal corpo?
Che legame c’è tra vitamina D e rischio di infezione da nuovo coronavirus? Negli ultimi mesi diversi scienziati hanno cercato di far luce su questo aspetto e quello che è emerso, fino ad oggi, è che la vitamina D ha in e
Rimedi naturali
Scarica l'App
Copyright © 2022 - Rimedi naturali Registered Brand 302018000008020
x