Glicemia e degenerazioni cellulari, può la dieta aiutare a ridurre il rischio di tumore al seno?

Nei nostri articoli parliamo spesso di quanto sia importante evitare i pericolosi picchi glicemici e tenere la glicemia sotto controllo. Infatti, quando la glicemia tende a rimanere elevata per lunghi periodi di tempo aumenta anche il rischio di malattie, come i tumori. Questo appare ancora più chiaro leggendo un recentissimo articolo pubblicato pochi giorni fa sulla rivista The American Journal of Clinical Nutrition da un team americano delle università di Stanford e Harvard (Kang et al, The American Journal of Clinical Nutrition, Oct 2020).
L’insulina è un ormone prodotto dal pancreas con lo scopo di regolare i livelli di glucosio nel sangue. In particolare, l’insulina promuove il passaggio degli zuccheri dal sangue alla cellula che userà il glucosio come fonte di energia. Con gli anni, però, soprattutto quando si segue una dieta sbilanciata ricca di zuccheri, carni rosse e lavorate e cereali raffinati e non si pratica attività fisica, può capitare che le cellule diventino meno sensibili all’insulina, come effetto si osserva un aumento di zuccheri nel sangue. Per compensare questa situazione, il pancreas reagisce aumentando la produzione di insulina. Sul lungo periodo, però, anche questo meccanismo compensativo non funziona più e si ha una condizione di diabete tipo 2. Il problema è che l’aumento di glicemia, a cui è legato un aumento di insulina e di un’altra sostanza che agisce insieme all’insulina per ridurre gli zuccheri, il fattore di crescita insulino simile, è connesso ad un aumento di degenerazioni cellulari. In particolare, è stato osservato un aumento del rischio di sviluppare, nelle donne, tumore al seno. I ricercatori dello studio in esame hanno quindi analizzato le abitudini e lo stato di salute di quasi 180.000 donne. Gli scienziati hanno cercato di capire quanto le partecipanti allo studio riuscivano a seguire una dieta protettiva contro il rischio di sviluppare diabete, quindi ridotte quantità di alimenti contenenti grassi trans, di bevande e succhi zuccherati, di carni rosse e lavorate e, al tempo stesso, alte quantità di cereali integrali e fibre, frutta e verdura, noci e frutta secca. Quello che è emerso è che chi seguiva una dieta protettiva contro il diabete presentava anche un rischio ridotto di sviluppare un tumore al seno. Questo era vero soprattutto in caso di donne con indice di massa corporea inferiore a 25.
Quindi, seguire una dieta che aiuti a tenere sotto controllo la glicemia può contribuire a prevenire le degenerazioni cellulari e può costituire un fattore protettivo nei confronti del tumore al seno con un meccanismo che, si ritiene, oltre a ridurre la produzione in insulina, possa anche tenere sotto controllo il peso corporeo.
Scarica ora l'App Rimedi Naturali, l'app di benessere e salute naturale, è gratis!
Rimedi naturali
Scarica l'App
Copyright © 2020 - naturallifeapp.com Registered Brand 302018000008020
x
Home
Chi siamo
App
Rimedi naturali
Esercizi Yoga
Rimedi fai da te
Ricette Sane
Oli essenziali
Cerca
Il nostro libro
Shop