Menu
Natural Home Remedies healthy recipesNatural Home Remedies healthy lifestyle
La soia combatte le infiammazioni

La soia combatte le infiammazioni

L’infiammazione è il modo con cui il nostro corpo reagisce alle aggressioni esterne. Questo meccanismo di protezione è giusto e benefico ma, una volta che la causa è stata sconfitta, deve scomparire. A volte, però, questo non accade e rimane un’infiammazione silente e cronica che lavora dall’interno e sul lungo periodo può causare diverse malattie, come Alzheimer, depressioni ma anche tumori. L’obesità, lo stress, un’alimentazione troppo ricca di zuccheri e di omega 6 a scapito di omega 3, questi sono tutti fattori che possono favorire la comparsa dell’infiammazione cronica. Ma, per nostra fortuna, esistono anche stili di vita e alimenti in grado di contrastare i processi infiammatori. La soia è uno di questi cibi, come dimostrato da una recente ricerca scientifica pubblicata sulla rivista British Journal of Nutrition da parte di un team iraniano (Rezazadegan et al, British Journal of Nutrition, Aug 2020).
In letteratura esistono diversi studi che mirano a dimostrare l’azione antinfiammatoria della soia, ma si tratta di ricerche molto diverse e dai risultati spesso poco chiari. Ecco perché gli autori dello studio hanno esaminato 28 di queste ricerche e hanno cercato di comprendere se sia possibile stabilire un’azione antinfiammatoria della soia. In particolare, è stato analizzato l’effetto della soia sui principali indicatori di infiammazione. Questi indicatori sono il fattore di necrosi tumorale alfa, o TNF alfa, interleuchina 6, interleuchina 2, interleuchina 1 beta e interferone gamma.
Gli isoflavoni sono sostanze antiossidanti contenute nella soia e le principali responsabili delle proprietà benefiche del legume. Ebbene, quello che è risultato dall’analisi è che alti dosaggi di isoflavoni, più di 100 mg al giorno, che corrispondono a circa 400 g di tofu o 1 l di latte di soia, ha ridotto la presenza del fattore alfa di necrosi tumorale. Non si sono osservati effetti sugli altri indicatori dell’infiammazione. I dati si riferiscono però a persone che presentavano già, al momento dello studio, malattie. Pertanto, in persone sane e che vogliano combattere le infiammazioni a scopo di prevenzione, la soia può rappresentare una buona scelta alimentare ma sempre senza eccessi, sarà infatti poco probabile riuscire a raggiungere giornalmente la quantità di 100 mg di isoflavoni dalla soia, e all’interno di una dieta varia.
Natural Remedies App Logo
Scarica ora l'App Rimedi Naturali, l'app di benessere e salute naturale, è gratis!
Rimedi naturali
Scarica l'App
Copyright © 2021 - Rimedi naturali Registered Brand 302018000008020
x