Menu
Natural Home Remedies healthy recipesNatural Home Remedies healthy lifestyle
Le erbe della buonanotte

Le erbe della buonanotte

Una tazza di camomilla prima di andare a dormire può davvero aiutare contro l'insonnia? E che dire della valeriana, è utile per rilassarsi e migliorare così la qualità del sonno? La tradizione ci ha tramandato diversi rimedi a base di piante e fiori per trattare i disturbi del sonno. Si tratta solo di credenze o c'è una base scientifica? Ebbene, i rimedi naturali sono davvero preziosi alleati per migliorare la qualità del sonno, come emerge da una recente review pubblicata pochi mesi fa sulla rivista Nutrients grazie al lavoro di un team dell'Ospedale San Raffaele di Milano (Bruni et al, Nutrients, 2021).

Un buon sonno ristoratore

Dormire è un'esigenza del nostro corpo. Attraverso un buon sonno corpo e mente si rigenerano, garantendo durante il giorno attenzione, concentrazione, funzionalità cognitive ottimali ma anche un solido sistema immunitario e un buon funzionamento dei sistemi endocrino e metabolico. Ecco perché eventuali disturbi del sonno hanno poi conseguenze importanti nella vita quotidiana, indebolendo le difese, peggiorando l'umore e il funzionamento dei processi biologici e mentali. I farmaci contro l'insonnia sono tra le medicine più comunemente prescritte al giorno d'oggi in tutto il mondo. Tuttavia, spesso queste medicine presentano effetti collaterali e possono dare assuefazione. Ecco perché gli scienziati si stanno adoperando per verificare le proprietà calmanti e rasserenanti di erbe e piante, spesso già conosciute dalla tradizione. Per far ordine in tutte le ricerche effettuate sull'argomento gli scienziati dell'Ospedale San Raffaele hanno messo quindi a punto la review di cui parliamo oggi discutendo degli effetti sulla qualità del sonno di diverse piante, vediamole.

Valeriana

La radice della valeriana contiene ben 150 sostanze, tra cui terpeni e flavoni. Grazie a questi composti la valeriana, nome scientifico valeriana officinalis, agisce modulando i neurotrasmettitori GABA, che sono responsabili della regolazione del sonno e del rilassamento del sistema nervoso. In particolare, la valeriana ha mostrato di ridurre il tempo di insorgenza del sonno e di migliorare la qualità del riposo. Puoi trovare la radice di valeriana sia sotto forma di pianta essiccata per preparare tisane, ma anche come tintura madre e compresse.

Camomilla

I fiori di camomilla contengono apigenina, che ha mostrato un'attività ipnotica grazie alla sua capacità di attivare i recettori GABA. Pertanto, un infuso di fiori di camomilla può effettivamente portare calma e agire con una blanda azione ansiolitica. L'apigenina è contenuta anche nel fiore della passione, o passiflora incarnata. Pertanto, puoi anche ricorrere alla tintura madre o a compresse di estratto secco di passiflora per regolare il sonno e migliorarne la qualità.

Moringa e melissa

La moringa oleifera, chiamata anche albero della vita, migliora la qualità del sonno proprio come la melissa, agendo entrambe sul neurotrasmettitore GABA.

Oli essenziali di arancio e lavanda

L'olio essenziale di arancio amaro, o citrus aurantium, ha un'azione ansiolitica e capace di allungare la durata del sonno. Queste proprietà sono da ricondursi all'effetto di questo olio essenziale sui livelli di serotonina, come mostrato da studi scientifici. La serotonina è chiamata anche l'ormone del buonumore e regola il ritmo sonno veglia. Allo stesso modo, anche l'olio essenziale di lavanda agisce sulla serotonina contrastando il sonno disturbato.
Natural Remedies App Logo
Scarica ora l'App Rimedi Naturali, l'app di benessere e salute naturale, è gratis!
Rimedi naturali
Scarica l'App
Copyright © 2021 - Rimedi naturali Registered Brand 302018000008020
x