Menu
Natural Home Remedies healthy recipesNatural Home Remedies healthy lifestyle
Meno stress, più memoria e attenzione con l'olio essenziale di lavanda e un riposino pomeridiano

Meno stress, più memoria e attenzione con l'olio essenziale di lavanda e un riposino pomeridiano

Cosa possiamo fare durante il giorno per ridurre lo stress, calmare la mente e migliorare memoria e funzionalità cognitiva? Quando c'è tempo e ne abbiamo la possibilità, certamente un riposino pomeridiano può aiutare. Ma anche l'aromaterapia con l'olio essenziale di lavanda diffuso durante il sonno può essere di grande utilità. Questo emerge da una recente ricerca scientifica pubblicata sulla rivista Healthcare da un team di scienziati giapponesi (Yogi et al, Healthcare, 2021).

I benefici di un buon sonno

Un buon sonno è la migliore medicina in quanto agisce sia sulla salute fisica che mentale. Tuttavia, spesso può capitare di soffrire di disturbi del sonno con conseguenze sull'attività diurna, livelli di stress percepiti, umore e funzionalità cognitiva. Cosa si può fare per contrastare questi effetti e migliorare la propria salute?

Il riposino pomeridiano può aiutare

Certamente, quando se ne ha la possibilità, il lavoro o il proprio stile di vita lo permettono, il riposino pomeridiano non è da demonizzare. Anzi, è stato osservato che da 20 a 30 minuti di riposo aiutano a migliorare la funzionalità cognitiva, la capacità di compiere esercizi fisici e l'attenzione. Un riposino più lungo, di circa un'ora, ha lo stesso effetto di una notte di sonno sulla memoria. Tuttavia non bisogna esagerare, infatti, come ogni cosa, anche il riposo pomeridiano se in eccesso può portare più danni che benefici. Infatti, riposi pomeridiani che durano più di un'ora sono associati ad un aumentato rischio cardiovascolare.

L'azione rilassante dell'olio essenziale di lavanda

L'olio essenziale di lavanda mostra interessanti proprietà ansiolitiche, sedative e antistress, oltre che essere un eccellente rimedio antinfiammatorio e antibatterico. Questi effetti sono da ricondursi ai principi attivi presenti quali linalolo, linalil acetate ma anche canfora e geranil acetate.

La lavanda aumenta le proprietà antistress del sonno

Per comprendere l'azione dell'olio essenziale di lavanda inalato durante il riposo, anche quello breve pomeridiano, i ricercatori hanno reclutato 12 volontari, adulti, non fumatori e in buona salute. I volontari si sono concessi un riposo pomeridiano di breve durata, circa un'ora, in due giorni consecutivi. Un giorno non è stato rilasciato nessun olio essenziale mentre il giorno dopo nella stanza è stato diffuso l'olio essenziale di lavanda. Entrambe le volte, sia prima che dopo il riposo, ai volontari sono stati prelevati campioni di saliva per valutare la presenza di indicatori dello stress, quali alfa amilase, cromogranina A e cortisolo. Quello che è emerso è che inalare l'olio essenziale di lavanda durante il sonno ha portato ad aumentare l'azione antistress del breve riposo pomeridiano, diminuendo ulteriormente i valori dell'alfa amilase e della cromogranina A. Questo significa che l'aromaterapia ha calmato l'azione del sistema nervoso simpatico, che è la parte del sistema nervoso autonomo con funzione stimolante, che interviene, per esempio, ad aumentare l'allerta, la concentrazione e in caso di pericoli percepiti.

Conclusioni

Quindi, per ricaricarsi di energia e per calmare mente e corpo, un aiuto viene da un riposino pomeridiano di breve durata ma anche e soprattutto dall'inalazione dell'affascinante aroma dell'olio essenziale di lavanda, che agisce a livello del sistema nervoso, riducendo i livelli di stress.
AUTORE
Unisce la sua passione per uno stile di vita naturale e la sua formazione universitaria, è infatti laureata in fisica e ha il dottorato di ricerca in fisica, settore biofisica. Leggere articoli scientifici, documentarsi sulle ultime ricerche e testare nuovi metodi e ricette è quindi da sempre il suo lavoro, che, speriamo, di aver reso utile.
Natural Remedies App Logo
Scarica ora l'App Rimedi Naturali, l'app di benessere e salute naturale, è gratis!

Potrebbero anche interessarti queste ricerche scientifiche

Bambini: un aiuto per la memoria arriva dal rosmarino
Bambini: un aiuto per la memoria arriva dal rosmarino
L’aroma di rosmarino sembra essere in grado di migliorare la memoria nei bambini, questo è il risultato di uno studio presentato meno di un anno fa, era 4 maggio 2017, dal Dr. Mark Moss a Victoria Earle in occasione dell
Leggere ad alta voce e risolvere semplici calcoli matematici proteggono memoria e attenzione dai danni dell’età
Leggere ad alta voce e risolvere semplici calcoli matematici proteggono memoria e attenzione dai danni dell’età
Pensiamo a un’azione che compiamo tutti i giorni, come cucinare. Per farlo mettiamo in atto una serie di funzioni, come quelle esecutive quando scegliamo il menu, mnemoniche quando pensiamo agli ingredienti che abbiamo i
La meditazione riduce lo stress, contrasta l'insonnia e aumenta la materia grigia cerebrale
La meditazione riduce lo stress, contrasta l'insonnia e aumenta la materia grigia cerebrale
Ora lo dice anche la scienza, la meditazione aiuta a contrastare lo stress e migliorare il nostro benessere e la nostra funzionalità cognitiva. Questo è stato provato scientificamente, come si evince dal lavoro pubblicat
Acidi grassi omega 3 supportano memoria e funzionalità cognitiva, anche nei giovani
Acidi grassi omega 3 supportano memoria e funzionalità cognitiva, anche nei giovani
Gli acidi grassi omega 3 sono antinfiammatori, proteggono le articolazioni, il sistema immunitario, cuore e occhi. E da oggi, sappiamo anche che proteggono il cervello e migliorano la funzionalità cognitiva, soprattutto
Memoria di ferro con arancia, frutti di bosco e insalata
Memoria di ferro con arancia, frutti di bosco e insalata
Che le scelte a tavola abbiano un ruolo basilare sulla nostra salute è ormai accertato dalla scienza. Oggi però sappiamo anche che un elevato consumo di frutta e verdura, e in particolare di frutti di bosco, verdure a fo
Vitamina D e il suo ruolo benefico su memoria e funzioni cognitive
Vitamina D e il suo ruolo benefico su memoria e funzioni cognitive
La vitamina D sta assumendo sempre più un ruolo di centrale importanza quando si parla di salute, sia del corpo che del cervello. Questo è dimostrato da studi, anche molto recenti, che indicano nei livelli adeguati di qu
Cranberry e frutti di bosco migliorano la memoria e l'afflusso di sangue al cervello e riducono il colesterolo cattivo
Cranberry e frutti di bosco migliorano la memoria e l'afflusso di sangue al cervello e riducono il colesterolo cattivo
Mangiare cranberry, ma anche, in generale, frutti di bosco protegge il cervello dal rischio di neurodegenerazioni, migliora la memoria e riduce anche il colesterolo cattivo. Insomma, meglio di così non si può chiedere! Q
Quanti passi fare al giorno? Per la salute ne bastano meno di quanti tu possa pensare
Quanti passi fare al giorno? Per la salute ne bastano meno di quanti tu possa pensare
Camminare è l'attività fisica più semplice che esista, capace di allontanare malattie e allungare la vita. Ma quanti passi sono raccomandati per ottenere effettivamente questi benefici? Spesso si è parlato di più di 1000
Rimedi naturali
Scarica l'App
Copyright © 2022 - Rimedi naturali Registered Brand 302018000008020
x