Meno sale per un cervello sano

Sempre più ricerche scientifiche stanno mettendo in luce come le abitudini alimentari e lo stile di vita giochino un ruolo importante sulla salute del corpo e della mente. Questa è anche una bella notizia perché vuol dire che, da parte nostra, ci sono molti strumenti che possiamo utilizzare per garantirci una vita lunga e sana. Proprio a dimostrare quanto la dieta possa influire sul funzionamento del cervello è stato pubblicato pochi giorni fa uno studio sulla prestigiosa rivista Nature da parte di un team della Weill Cornell Medicine, New York (Faraco et al, Oct 2019). Lo studio ha osservato che un basso apporto di sale proveniente dalla dieta può contribuire a mantenere in salute i vasi sanguigni e a ridurre il rischio di demenza.
Gli scienziati hanno osservato, infatti, che una dieta caratterizzata da un alto apporto di sale ha un impatto sulle cellule dell’intestino inducendole a rilasciare una molecola, l’interleuchina 17 o IL-17 che è pro infiammatoria. IL-17 entra così in circolo e inibisce la produzione di ossido nitrico da parte dei vasi sanguigni. L’ossido nitrico regola la circolazione sanguigna dal momento che agisce rilassando e allargando i vasi. Al contrario, una sua diminuzione, come avviene in una dieta troppo ricca di sale, fa restringere i vasi sanguigni. In questo modo arriva anche meno sangue al cervello. Ma gli scienziati hanno osservato che il meccanismo è ancora più complesso e non si conclude solo con una diminuzione del flusso sanguigno. Infatti, un calo di ossido nitrico va ad alterare la stabilità delle proteine tau che formano vere e proprie strade per portare i nutrienti ai neuroni. In seguito ad un calo di ossido nitrico le proteine tau cessano di svolgere la loro funzione e si accumulano nel cervello causando problemi cognitivi e aprendo la strada alla demenza. L’accumulo di proteine tau nel cervello è implicato anche nello sviluppo della malattia di Alzheimer.
Ulteriori studi dovranno seguire, questo lavoro è infatti solo all’inizio, ma, nonostante questo, gli autori della ricerca danno un consiglio. Come risulta dall’esperimento, regolare il sale nella propria dieta è una scelta assolutamente salutare. E il sale non è solo quello contenuto nella saliera e che si aggiunge a fine cottura, molta, e forse più, attenzione va prestata ai cibi lavorati o a quelli che si acquistano già pronti.
Scarica ora l'App Rimedi Naturali, l'app di benessere e salute naturale, è gratis!
Rimedi naturali
Scarica l'App
Copyright © 2020 - naturallifeapp.com Registered Brand 302018000008020
x
Home
Chi siamo
App
Rimedi naturali
Esercizi Yoga
Rimedi fai da te
Ricette Sane
Oli essenziali
Cerca
Il nostro libro
Shop