Menu
Natural Home Remedies healthy recipesNatural Home Remedies healthy lifestyle
Yoga per la neuroplasticità

Yoga per la neuroplasticità

Il cervello si modifica e si adatta, crea collegamenti e può trovare altre vie se qualcuna è danneggiata. Tutto questo si chiama neuroplasticità. E cosa possiamo fare noi per aumentare la neuroplasticità? È stato già osservato che l’esercizio fisico di tipo aerobico porta a modifiche nella struttura cerebrale andando a rinforzare proprio le aree che più vengono colpite da degenerazioni legate all’età. Ma anche lo yoga può essere un valido alleato per proteggere la salute del cervello, come si evince da una ricerca pubblicata pochi mesi fa sulla rivista Brain Plasticity da parte di un team americano (Gothe et al, Brain Plasticity, Dec 2019).
Grazie a ricerche precedenti si sa che l’attività fisica di tipo aerobico rinforza il cervello e contribuisce alla crescita di nuovi neuroni. Tuttavia, poco si sapeva, fino ad oggi, del ruolo dello yoga. Ecco perché i ricercatori hanno comparato ben 11 studi per valutare gli effetti dello yoga sulla riorganizzazione cerebrale. Cinque studi si sono focalizzati sulle modifiche che lo yoga poteva apportare in caso di persone che non avevano mai praticato yoga. A queste persone è stato chiesto di partecipare a una o più lezioni di yoga a settimana per tre o sei mesi. Gli altri studi invece hanno cercato di comprendere le differenze nel cervello tra chi abitualmente praticava yoga e chi invece non seguiva questa disciplina. Tutti gli studi però avevano in comune il fatto di aver analizzato la struttura cerebrale dei partecipanti sia prima che al termine della ricerca usando tecniche di neuroimaging come la risonanza magnetica. Quello che tutti gli studi hanno evidenziato è che lo yoga porta, in chi lo pratica, delle modifiche a livello di alcune aree del cervello. In particolare, la pratica yoga contribuisce ad aumentare il volume dell’ippocampo. Questo si osserva anche in chi svolge attività fisica aerobica. L’ippocampo è la sede della memoria ed è anche la prima area cerebrale ad essere coinvolta in fenomeni di neurodegenerazione, oltre che ridursi con l’età. Non solo, la pratica yoga influenza e aumenta anche il volume dell’amigdala, che è il centro che regola le nostre emozioni e rende più efficiente il network cerebrale che è preposto alla pianificazione e memorizzazione. Gli autori dello studio ritengono che l’azione benefica dello yoga sul cervello sia da ricondursi alla sua capacità di ridurre lo stress. Infatti, alti livelli di stress sono collegati a una diminuzione del volume dell’ippocampo.
Natural Remedies App Logo
Scarica ora l'App Rimedi Naturali, l'app di benessere e salute naturale, è gratis!
Rimedi naturali
Scarica l'App
Copyright © 2021 - Rimedi naturali Registered Brand 302018000008020
x