Olio essenziale di cajeput

Proprietà antisettiche, espettoranti e balsamiche, utile contro le affezioni del tratto respiratorio, raffreddore, bronchite, tosse, sinusite, ma anche delle vie urinarie come cistiti e uretriti, rimedio per tenere lontano gli insetti, le zanzare e i parassiti, azione analgesica in caso di dolori muscolari, nevralgie, reumatismi ed artrite, utile per pelle acneica o in presenza di psoriasi, azione rafforzante e stimolante, adatto a chi ha problemi di comunicazione e di relazione.
Proprio come l’Albero del Tè, o tea tree, anche il cajeput, nome scientifico Melaleuca leucadendra, vanta proprietà antisettiche e antinfiammatorie. La pianta appartiene alla famiglia delle Mirtacee, cresce in Australia, India ed Indonesia e in lingua malese il suo nome significa “albero bianco” per il colore della sua corteccia mentre per profumo si avvicina molto a quello dell’eucalipto. Dalle foglie di questa pianta si ottiene, per distillazione a vapore acqueo, l’olio essenziale che, grazie alle sue proprietà, viene utilizzato per trattare affezioni del tratto respiratorio come raffreddore, bronchite, tosse, sinusite e laringite ma anche problemi che interessano il tratto urinario, cistiti e uretriti, e la pelle quali acne o psoriasi. Da sottolineare anche l’azione contro parassiti delle piante ed insetti. Chiedi consiglio al tuo medico per un uso sicuro dell’olio essenziale di cajeput in gravidanza. Vediamo come utilizzare l’olio essenziale di cajeput.

Raffreddore, sinusite, otite, cistite, acne, psoriasi

Per problemi delle vie respiratorie può essere utile preparare dei suffumigi aggiungendo all’acqua calda 5 gocce di olio essenziale di cajeput, in alternativa è possibile diffondere l’aroma grazie ad un bruciaessenze, sono sufficienti 5 gocce, questo aiuterà a disinfettare l’ambiente. In caso di otite prova a versare 1-2 gocce di olio essenziale in un pezzettino di ovatta da inserire nell’orecchio. Per combattere tosse, bronchite e catarro invece prova a mescolare 5 gocce di olio essenziale in una crema neutra ed eseguire massaggi sul petto. In caso di cistite può essere utile preparare dei semicupi aggiungendo ad una bacinella di acqua calda 10 gocce di olio essenziale di cajeput. L’azione antisettica e lenitiva risulta di aiuto anche per trattare diverse affezioni della pelle come acne, pelle impura, punture di insetti e psoriasi. In questo caso però l’olio di cajeput non va mai utilizzato puro sulla pelle ma sempre mescolato. Puoi aggiungere 3-4 gocce alla tua crema viso abituale o a un cucchiaio di olio vegetale, applica poi sulla parte da trattare.

Parassiti delle piante ed insetti

L’olio essenziale di cajeput ha un’azione antiparassitaria e può essere nebulizzato sulle piante per liberarle dai parassiti, bisogna aggiungere poche gocce all’acqua e agitare bene prima di spruzzare. Contro gli insetti è possibile aggiungere 5 gocce alle lampade brucia essenze.

Reumatismi, artrite, nevralgie

Grazie all’azione analgesica ed antinfiammatoria puoi utilizzare l’olio essenziale di cajeput per dare sollievo in caso di reumatismi, artrite, dolori muscolari ma anche nevralgie. Prova ad effettuare massaggi in questo modo, miscela due cucchiai di olio di mandorle dolci e 10 gocce di olio essenziale di cajeput e applica sulla parte interessata massaggiando con movimento lenti.

Sfera emotiva

Puoi diffondere l’olio essenziale di cajeput nell’ambiente servendoti di un bruciaessenze, 5 gocce di olio essenziale sono sufficienti. Questo stimola la concentrazione su di sé e la determinazione, è rinforzante e risulta adatto a chi ha problemi di comunicazione e di relazione.

Potrebbero anche interessarti questi oli essenziali

Rimedi naturali
Scarica l'App
Copyright © 2020 - naturallifeapp.com Registered Brand 302018000008020
x
Home
Chi siamo
App
Rimedi naturali
Esercizi Yoga
Rimedi fai da te
Ricette Sane
Oli essenziali
Cerca
Il nostro libro
Shop