Olio essenziale di lavanda, da avere sempre con sè

Calmante, utile in caso di insonnia, neuroprotettivo, analgesico in caso di dolori ai muscoli e alle articolazioni, porta sollievo in caso di mestruazioni dolorose, promuove la crescita dei capelli, combatte l’acne, calma i pruriti e lenisce le punture di insetto.
Il profumo di lavanda sa di buono, di pulito, di biancheria piegata e riposta con cura negli armadi, di campi blu che si perdono all’orizzonte. Ed è proprio questo profumo che ci avvolge quando apriamo una boccetta del suo olio essenziale, ottenuto per distillazione in corrente di vapore dei fiori di lavanda. L’olio essenziale di lavanda è probabilmente uno dei più noti e apprezzati e deve la sua fama alle proprietà rilassanti, analgesiche e antinfiammatorie che lo caratterizzano e ne fanno un olio essenziale davvero irrinunciabile da avere sempre con sè. Vediamo quindi di approfondire l’azione dell’olio essenziale di lavanda e le sue applicazioni.

Calmante, neuroprotettivo e contro l’insonnia

L’olio essenziale di lavanda, nome scientifico lavandula officinalis o angustifolia, mostra un’azione ansiolitica e utile anche a contrastare depressioni e tristezze (Malcolm et al, Ment Health Clin, 2017). Le proprietà calmanti della lavanda sembrano ricondursi alla sua capacità di aumentare l’attività del sistema parasimpatico, che è una parte del sistema nervoso autonomo che stimola il riposo e il rilassamento. Non solo, la lavanda risulta anche neuroprotettiva. Infatti, come è stato dimostrato da ricerche scientifiche (Koulivand et al, Evid Based Complement Alternat Med., 2013), l’esposizione all’aroma di lavanda è risultato benefico e ha contribuito a migliorare la memoria spaziale in caso di Alzheimer. Infine, la lavanda aiuta anche in caso di insonnia, promuove un rapido addormentamento e una durata del sonno più lunga (Koulivand et al, Evid Based Complement Alternat Med., 2013). Per trarre beneficio dall’azione calmante e rassicurante dell’olio essenziale di lavanda puoi diffonderlo nell’ambiente, una goccia per metro quadrato della stanza, usando una lampada bruciaessenze. Non solo, puoi versare un paio di gocce su un fazzoletto da annusare durante il giorno o da tenere vicino al cuscino.

Analgesico

L’olio essenziale di lavanda si dimostra utile a combattere il dolore, anche quello cronico (Malcolm et al, Ment Health Clin, 2017). Non solo, questo olio essenziale è ottimo da usare anche in caso di traumi e contusioni dal momento che combatte l’infiammazione e la formazione dell’edema (Cardia et al, Evid Based Complement Alternat Med, 2018). Puoi applicare l’olio di lavanda diluito in un olio vettore, come olio di girasole o di mandorle dolci, direttamente sulla parte interessata. Poi, soprattutto in caso di dolore generalizzato e malessere, molto utili si sono rivelati massaggi ai piedi eseguiti con olio essenziale di lavanda, sempre diluito in un olio vettore. Infatti, in seguito a questi massaggi, non solo è stato possibile osservare una riduzione nella pressione sanguigna ma anche nel dolore. In alternativa, in caso di dolori reumatici, articolari o muscolari prova ad aggiungere una decina di gocce di olio essenziale di lavanda all’acqua del bagno e immergiti per dieci minuti. Anche in caso di mestruazioni dolorose puoi trovare sollievo grazie alle proprietà antispasmodiche dell’olio essenziale di lavanda. Infatti, un massaggio con olio essenziale di lavanda, salvia e maggiorana secondo il rapporto 2 dosi di lavanda, una di salvia e una di maggiorana, sempre diluite in un olio vettore, ha alleviato i sintomi della dismenorrea. Infine, diffondere l’olio essenziale di lavanda nella stanza ha aiutato a combattere il mal di testa.

Antibatterico e cicatrizzante

L’olio essenziale di lavanda è antibatterico e antifungino grazie ai suoi principi attivi quali linalolo, geraniolo ed eucaliptolo, e aiuta i processi di guarigione delle ferite (Malcolm et al, Ment Health Clin, 2017). Grazie a queste caratteristiche l’olio di lavanda è anche un alleato per chi soffre di acne. Puoi mescolare una goccia di olio essenziale a una noce della tua crema e applicare sul viso oppure puoi picchiettare una goccia di essenza pura direttamente sul foruncolo. Non solo, una goccia di olio essenziale applicata sulla puntura di zanzara aiuta a calmare il prurito e combattere l’infiammazione. Per aumentare l’azione sfiammante puoi mescolare la lavanda a un cucchiaino di gel di aloe e applicare sulla zona.

Salute dei capelli

L’olio essenziale di lavanda si è dimostrato utile anche a promuovere la crescita dei capelli. Un’applicazione sul cuoio capelluto di olio di lavanda al 3% diluito in un olio vettore, in questo caso jojoba, una volta al giorno per 5 giorni alla settimana, per 4 settimane, ha mostrato di aumentare il numero di follicoli piliferi e la profondità del follicolo (Lee et al, Toxicol Res, 2016). Puoi eseguire questo massaggio sul cuoio capelluto umido, per esempio dopo aver spruzzato un idrolato, lascia in posa per dieci minuti poi sciacqua con lo shampoo.
Rimedi naturali
Scarica l'App
Copyright © 2020 - naturallifeapp.com Registered Brand 302018000008020
x
Home
Chi siamo
App
Rimedi naturali
Esercizi Yoga
Rimedi fai da te
Ricette Sane
Oli essenziali
Cerca
Il nostro libro
Shop