Gibilterra, ovvero il limite del mondo conosciuto

La roccia calcarea sembra tagliata di netto mentre ripida si getta nel mare. Siamo a Gibilterra, una lingua di terra da sempre rappresentata come la porta d’ingresso del Mar Mediterraneo. Tanto è che i Greci consideravano proprio Gibilterra una delle due colonne d’Ercole, e cioè il limite del mondo conosciuto. Del mito oggi rimane un monumento in bronzo sulla rocca di Gibilterra. Decidiamo di proseguire il viaggio, prendere un traghetto e attraversare lo stretto per arrivare in Africa. Mentre la nave solca il braccio di mare scintillante stretto tra i due continenti europeo e africano pensiamo che l’immagine che diede Platone del Mar Mediterraneo, paragonandolo ad uno stagno intorno a cui stavano le rane, forse non gli rende giustizia. Ci sentiamo sopraffatti dalla maestosità della natura mentre pian piano arriviamo alla nostra meta, Tangeri, ma questa è un’altra storia.

Calentita, ricetta di Gibilterra

Gibilterra è il punto di incontro di diverse culture, nordafricana, spagnola, inglese ma anche genovese. E non è un caso quindi che il piatto nazionale a Gibilterra sia la calentita, che è molto simile alla farinata ligure ma più spessa. Per prepararla ti servono 250 grammi di farina di ceci, 850 ml di acqua, 50 ml di olio evo, sale, pepe. In una ciotola mescola gli ingredienti e lascia riposare per un paio d’ore. Versa un po’ d’olio sul fondo di una teglia dai bordi alti, versa il composto e inforna a 200° per quaranta minuti.
Scarica ora l'App Rimedi Naturali, l'app di benessere e salute naturale, è gratis!
Rimedi naturali
Scarica l'App
Copyright © 2020 - naturallifeapp.com Registered Brand 302018000008020
x
Home
Chi siamo
App
Rimedi naturali
Esercizi Yoga
Rimedi fai da te
Ricette Sane
Oli essenziali
Cerca
Il nostro libro
Shop