Close
Home Chi siamo App Rimedi Naturali Shop Il nostro libro Vita sana
Natural Remedies Logo Rimedi Naturali Rimedi Naturali

Acerola, proprietà, benefici e avvertenze di questo potente superfood

luglio 09, 2023
Share on Facebook Share on Twitter Share on Whatsapp Share on Pinterest Email
Acerola, proprietà, benefici e avvertenze di questo potente superfood

Elevato contenuto di vitamina C e sostanze antiossidanti, protegge la pelle dai danni dei raggi UV e contrasta i processi di invecchiamento, protegge il fegato e aiuta a ridurre la glicemia e il peso anche in presenza di una dieta ad alto contenuto di grassi

L'acerola è il frutto della pianta Malpighia emarginata, chiamata anche ciliegia delle Barbados e originaria di zone calde e tropicali. Al giorno d'oggi, però, l'acerola si trova sotto forma di polvere, succo o integratore davvero ovunque. Il motivo per cui l'acerola ha conquistato fama e apprezzamenti risiede nel fatto che viene considerata un vero superfood. Ma vediamo di capire meglio perché l'acerola può meritarsi questo appellativo.

Acerola, nutrienti

L'acerola si presenta con una forma simile alla ciliegia di un bel rosso acceso e con all'interno una polpa acidula. Questo frutto è una delle fonti naturali più ricche di vitamina C al mondo. Basti pensare che la vitamina C contenuta nell'acerola è fino a 100 volte superiore rispetto a quella contenuta nelle arance e nei limoni. Sono sufficienti tre frutti di acerola al giorno per soddisfare il fabbisogno giornaliero richiesto di vitamina C, 75 mg per le donne e 90 mg per gli uomini. Degno di nota il fatto che, in base a studi, la vitamina C contenuta nell'acerola risulta meglio assorbita dal nostro corpo rispetto alla versione sintetica della vitamina C. Si ritiene che questo avvenga per la presenza di altri composti nell'acerola che favoriscono l'assorbimento di vitamina C (Prakash et al, J Food Sci Technol, 2018). Oltre a questo, l'acerola si caratterizza anche per la presenza di altri antiossidanti, come carotenoidi, tra cui beta carotene, beta criptoxantina e luteina, fenoli, flavonoidi e antocianine.

Non solo, l'acerola, apporta anche sali minerali, come potassio, magnesio, ferro, fosforo e calcio, vitamine del gruppo B indispensabili per garantirci l'energia di cui abbiamo bisogno, quali B1, B2, B3 e B6, folati e vitamina A (Prakash et al, J Food Sci Technol, 2018). Da qui l'appellativo di superfood e possiamo proprio dire che l'acerola se lo sia guadagnato!

Acerola anti age e antitumorale

Per il suo elevato contenuto in vitamina C e polifenoli l'acerola è un frutto dall'alto potere antiossidante. Questa azione antiossidante viene preservata anche in seguito alla lavorazione dell'acerola. Infatti, è stato dimostrato che il succo dell'acerola ha un potere anti radicali liberi e antinvecchiamento superiore ad altri succhi considerati molto ricchi di polifenoli, come il succo di fragole e di mele (Prakash et al, J Food Sci Technol, 2018). L'elevato potere antiossidante rende l'acerola anche un aiuto a contrastare le degenerazioni cellulari (Prakash et al, J Food Sci Technol, 2018).

Acerola per la salute della pelle

L'assunzione di acerola, anche sotto forma di succo, ha mostrato di proteggere la pelle dai danni dei raggi UV.

Pertanto, l'acerola è anche il frutto dell'estate, utile a contrastare l'iperpigmentazione e il fotoinvecchiamento causato dall'esposizione al sole (Prakash et al, J Food Sci Technol, 2018 - Sato et al, PLoS One, 2017). L'effetto schiarente e illuminante sulla pelle derivante dall'assunzione orale di acerola è stato dimostrato da diversi studi e la spiegazione si riconduce alla capacità dell'acerola di inibire l'enzima tirosinasi, responsabile della trasformazione della tirosina in melanina, che è il pigmento che determina l'imbrunimento della pelle (Hanamura et al, Biosci Biotechnol Biochem, 2008).

Acerola contro diabete e sovrappeso

L'acerola si caratterizza per proprietà ipoglicemizzanti, antiossidanti e antinfiammatorie che agiscono sull'asse intestino fegato, che è il collegamento tra intestino e ghiandola epatica. Soprattutto una dieta squilibrata, ad alto contenuto in grassi, ha mostrato di alterare il microbiota intestinale, aumentare l'infiammazione e danneggiare il fegato, aumentando il rischio di fegato grasso e infiammazione epatica.

Invece, l'acerola è in grado di interferire con l'infiammazione e il metabolismo e di supportare la proliferazione dei batteri buoni che popolano il microbiota intestinale, portando così a un maggior controllo del peso corporeo, a una riduzione della glicemia, dei lipidi circolanti e dell'accumulo di grassi a livello del fegato (Batista et al, Food Chem, 2023).

Acerola, rischi ed avvertenze

L'acerola si trova facilmente in commercio in diversi formati, come succo, polvere da aggiungere a yogurt o smoothie, e integratori. Tuttavia, anche se facile da reperire e indubbiamente benefica, come abbiamo visto, è importante non esagerare mai con le dosi di acerola e inserire il frutto sempre in una dieta varia e bilanciata, senza eccessi. Infatti, l'acerola apporta elevate quantità di vitamina C e, quando si assumono dosi eccessive di questa vitamina, più di 2000 mg al giorno, possono presentarsi effetti come diarrea e altri disturbi gastrointestinali, ma può anche aumentare il rischio di formazione di calcoli renali. Infatti, la vitamina C può venire in parte convertita in ossalati e escreta attraverso le urine, aumentando così il rischio di formazione di calcoli di ossalato di calcio (Cerullo et al, Front Immunol, 2020). Per questo motivo, attieniti sempre alle indicazioni riportate sulla confezione del prodotto a base di acerola che hai acquistato.

Share on Facebook Share on Twitter Share on Whatsapp Share on Pinterest Email
Natural Remedies
Scarica ora l'App Rimedi Naturali, l'app di benessere e salute naturale, è gratis!
App Rimedi Naturali: benessere, bellezza e salute
Lifestyle, dieta sana, cosmesi naturale
Remedies App Logo