Caffè greco

Bevanda ricca di antiossidanti e con meno caffeina rispetto al caffè ottenuto per filtraggio, azione benefica sui vasi sanguigni e, più in generale, sul sistema cardiovascolare, miglioramento del tessuto endoteliale e prevenzione alle infiammazioni dei vasi sanguigni, riduce il rischio di diabete e rinforza il sistema immunitario.
Il caffè greco è caffè qualità Arabica macinato molto fino e ottenuto attraverso decozione, cioè bollitura, e non, come il classico caffè a cui siamo abituati, per percolazione con la moka. È proprio questo diverso procedimento che fa del caffè greco una bevanda con meno caffeina ma più sostanze antiossidanti e antinfiammatorie importanti per la salute. Tutto è partito da uno studio dell’Università di Atene e condotto dal dottor Gerasimos Siasos allo scopo di far luce sulla particolare longevità e buona salute dei residenti dell’isola greca di Ikaria. Lo studio, pubblicato sulla rivista Vascular Medicine, ha proprio messo in luce il ruolo del caffè greco, molto bevuto dagli anziani residenti dell’isola, nel miglioramento del tessuto endoteliale, il tessuto di rivestimento interno di vasi sanguigni, vasi linfatici e cuore, e nel contrastare le infiammazioni dei vasi sanguigni prevenendo così malattie cardiovascolari. Non solo, il caffè greco sarebbe in grado di ridurre il rischio di diabete e rinforzare il sistema immunitario. Il caffè greco si prepara utilizzando il briki, un particolare pentolino in ottone dal fondo largo e dal collo stretto. Nel briki viene versata l’acqua, una tazzina di acqua quanti sono i caffè che si vogliono preparare, un cucchiaino di caffè greco per tazza d’acqua, lo si trova nei negozi specializzati, e zucchero in base al gusto. Si porta il tutto ad ebollizione su fiamma bassa, a questo punto si formerà una schiuma, il kaimaki, che darà cremosità al caffè. Quando il caffè tenderà a salire verso il bordo del briki vorrà dire che la bevanda è pronta, la si versa nelle tazze e la si lascia decantare per qualche minuto per fare in modo che la polvere scenda sul fondo. Il caffè va bevuto lentamente e servito con un bicchiere di acqua fredda. Questo procedimento, sviluppato in Yemen nell’antichità ben prima che venisse introdotto il sistema di filtrazione del caffè, fa in modo che dal caffè vengano estratte più sostanze salutari rispetto a quelle estratte con il sistema di filtraggio.
Scarica ora l'App Rimedi Naturali, l'app di benessere e salute naturale, è gratis!

Potrebbero anche interessarti questi rimedi naturali

Rimedi naturali
Scarica l'App
Copyright © 2020 - naturallifeapp.com Registered Brand 302018000008020
x
Home
Chi siamo
App
Rimedi naturali
Esercizi Yoga
Rimedi fai da te
Ricette Sane
Oli essenziali
Cerca
Il nostro libro
Shop