Camomilla, tintura madre

Azione antiossidante, sedativa, antinfiammatoria e antispasmodica, utile in caso di colon irritabile, mestruazioni dolorose ma anche male ai denti, nevralgie e ulcere.
La camomilla, nome scientifico camomilla vulgaris o Matricaria chamomilla della famiglia delle Compositae, è probabilmente uno dei rimedi più antichi conosciuti dall’uomo. Da questa pianta si ottengono diversi prodotti erboristici come oli essenziali o tisane ma anche la tintura madre, un rimedio benefico e pratico di cui parleremo in questo articolo.

Tintura madre di camomilla, proprietà

La tintura madre di camomilla, grazie alle sostanze in essa contenute quali terpenoidi e flavonoidi, come apigenina, rutina e quercetina, mostra proprietà antinfiammatorie, antispasmodiche, sedative e antibatteriche (Al Dabbagh et al, BMC Res Notes, 2019 – Haghi et al, Res Pharm Sci, 2004). Viste queste caratteristiche, la tintura madre di camomilla viene in soccorso per attenuare i sintomi legati all’intestino irritabile, dal momento che riduce gli spasmi muscolari associati a tutte quelle condizioni di infiammazione del tratto gastro intestinale, ma anche dolori mestruali, nevralgie, male ai denti e ulcere. Infatti, come hanno dimostrato studi scientifici, la camomilla sembra inibire l’azione dell’helicobacter pylori, il batterio considerato la causa principale dell’ulcera allo stomaco. Non solo, rimedi che comprendono la camomilla tra i loro ingredienti hanno dimostrato di ridurre, nello stomaco, la produzione di acido e aumentare quella di muco protettivo (Srivastava et al, Mol Med Report, 2011).

Tintura madre di camomilla, come si prende e avvertenze

Puoi assumere 30 gocce di tintura madre di camomilla 3 volte al giorno lontano dai pasti e in poca acqua. In caso di problemi ai denti puoi prendere 5 gocce secondo necessità in poca acqua. Anche se alle dosi indicate non si sono registrate tossicità, in ogni caso presta attenzione se stai già assumendo farmaci. Infatti, la tintura madre di camomilla potrebbe mostrare interazioni, in letteratura viene indicato che questo rimedio potrebbe aumentare l’azione anticoagulante del warfarin (Garcia Pinto et al, Pharmacogn Mag, 2013). Non usare in gravidanza, evita anche di prolungare il trattamento per lunghi periodi e di eccedere con il dosaggio in quanto, in questi casi, la tintura potrebbe causare insonnia e nausea e agire sugli ormoni del corpo. Infatti, è stato osservato che estratti di camomilla hanno diminuito i livelli di estrogeni (Johari et al, International Journal of Endocrinology and Metabolism, 2011).
Scarica ora l'App Rimedi Naturali, l'app di benessere e salute naturale, è gratis!

Potrebbero anche interessarti questi rimedi naturali

Rimedi naturali
Scarica l'App
Copyright © 2020 - naturallifeapp.com Registered Brand 302018000008020
x
Home
Chi siamo
App
Rimedi naturali
Esercizi Yoga
Rimedi fai da te
Ricette Sane
Oli essenziali
Cerca
Il nostro libro
Shop