Menu
Natural Home Remedies healthy recipesNatural Home Remedies healthy lifestyle
Combinazioni alimentari e proprietà, le fragole, meglio dell’aspirina

Combinazioni alimentari e proprietà, le fragole, meglio dell’aspirina

Fonte di vitamina C e acido salicilico, agiscono come un’aspirina contrastando le infiammazioni, raffreddori, reumatismi, vedremo anche le combinazioni alimentari che massimizzano le proprietà antiossidanti e quelle che invece le riducono
Sugli scaffali dei supermercati e dal fruttivendolo cominciano a comparire le prime fragole, frutti succosi e davvero deliziosi che fanno la gioia di grandi e bambini. Ma le fragole sono anche un concentrato di sostanze salutari che possono essere potenziate o, al contrario, ridotte, in base alle combinazioni alimentari. Vediamo meglio in dettaglio.

Proprietà

Le fragole apportano iodio, si stima circa 13mcg per una coppa di fragole fresche, una discreta quantità considerato che l’apporto giornaliero di iodio consigliato per evitare malattie alla tiroide è di circa 150 mcg (Choudhry et al, Food Sci Nutr, Sep 2018 – Gunnarsdottir et al, Food Nutr Res, Oct 2012). Non solo, le fragole contengono anche bromo e questo, insieme allo iodio, risulta utile per stimolare la funzionalità della tiroide (Fausto Aufiero, il ruolo nutrizionale e terapeutico degli alimenti). Le fragole apportano anche calcio e vitamina C. Ma la caratteristica interessante delle fragole è che questi frutti sono una fonte di acido chinico e salicilico (Paterson, QJM, Aug 2001). Queste sostanze, insieme alla vitamina C, fanno sì che le fragole abbiano un’azione antinfiammatoria simile all’aspirina, senza avere però le stesse controindicazioni, risultando quindi utili in caso di raffreddamento, reumatismi o infiammazioni croniche (Afrin et al, J Agric Food Chem, Jun 2016). Le fragole mostrano anche un’azione antiossidante, capace di combattere i radicali liberi e riparare i danni al DNA, e antitumorale, infatti uno studio scientifico ha osservato l’azione protettiva e antiproliferativa delle fragole nei confronti del tumore all’esofago (Giampieri et al, Food Funct, May 2015 - Pan et al, J Berry Res, 2018). Infine, questi frutti rossi e profumati, grazie al loro contenuto in ellagitannini, una classe di antiossidanti, hanno mostrato un’azione protettiva sul sistema cardiovascolare aumentando il colesterolo buono o HDL e contrastando il diabete tipo 2 (Ariza et al, Int J Mol Sci, Jul 2016). La dose consigliata di fragole è 150 grammi per persona al giorno. Le fragole sono controindicate in caso di ipertiroidismo, ulcere o allergie.

Combinazioni alimentari consigliate e sconsigliate

Uno studio scientifico ha dimostrato che l’abbinamento di fragole insieme ad altri frutti di bosco, quali more, mirtilli e lamponi, ha un potente effetto benefico sul sistema cardiovascolare, con il risultato di un aumento del colesterolo buono HDL, un abbassamento della pressione sanguigna, ma solo in caso di pressione alta, e un miglioramento della funzionalità delle piastrine (Erlund et al, Am J Clin Nutr, Feb 2008). Un’altra combinazione molto salutare? Come proposto dal dottor David Servan Schreiber nel suo libro Anti cancro puoi servire una macedonia di frutta, tra cui fragole, con una spolverata di semi di lino appena macinati, ricca fonte di acidi grassi omega 3, dall’azione protettiva sul cuore e anti tumorale. E cosa ne pensi di un’insalatina preparata con fragole, avocado e capesante, lasciate marinare in frigorifero in succo di limone, olio evo e zenzero? Un piatto ideale per fare il pieno di omega 3, fibre, magnesio e potassio! Mentre una combinazione alimentare da evitare, anche se purtroppo è molto diffusa, è con latte e yogurt di mucca in quanto le proteine del latte disattivano in parte gli antiossidanti delle fragole (Oliveira et al, Food Chem, Mar 2015). Pertanto, per chi non vuole rinunciare a uno smoothie alla fragola o a una coppa di yogurt con questi frutti una buona alternativa potrebbe essere optare per latte o yogurt vegetali, di soia, mandorla o riso, per citarne qualcuno.
AUTORE
Unisce la sua passione per uno stile di vita naturale e la sua formazione universitaria, è infatti laureata in fisica e ha il dottorato di ricerca in fisica, settore biofisica. Leggere articoli scientifici, documentarsi sulle ultime ricerche e testare nuovi metodi e ricette è quindi da sempre il suo lavoro, che, speriamo, di aver reso utile.
Natural Remedies App Logo
Scarica ora l'App Rimedi Naturali, l'app di benessere e salute naturale, è gratis!

Potrebbero anche interessarti questi rimedi naturali

Combinazioni alimentari e metodi di cottura, la cipolla Prima Parte
Combinazioni alimentari e metodi di cottura, la cipolla Prima Parte
La cipolla, appartenente alla famiglia delle Liliaceae, è conosciuta, apprezzata e consumata da millenni. Le prime notizie del suo utilizzo come alimento risalgono ai Caldei, 4000 anni fa, ma largo uso ne facevano anche
Combinazioni alimentari e metodi di cottura, l’ortica
Combinazioni alimentari e metodi di cottura, l’ortica
L’ortica, nome scientifico urtica dioica della famiglia delle Urticaceae, è una pianta conosciuta ed apprezzata da secoli per le sue proprietà nutrizionali e medicinali. Nei nostri articoli precedenti ci siamo sempre foc
Combinazioni alimentari e metodi di cottura, il pesto della salute
Combinazioni alimentari e metodi di cottura, il pesto della salute
Il caldo è arrivato e con le giornate più assolate e una vita trascorsa maggiormente all'aria aperta c'è voglia anche di mangiare qualcosa di fresco e veloce. Come il pesto, il condimento ideale per bruschette, pasta ma
Combinazioni alimentari e metodi di cottura, i funghi
Combinazioni alimentari e metodi di cottura, i funghi
In giugno i funghi iniziano a fare la loro comparsa nei boschi. I funghi, pur essendo dei vegetali, non sono costituiti da cellulosa, come insalate, verdure e frutta, ma da sostanze azotate, carboidrati, pochi grassi ma
Combinazioni alimentari e metodi di cottura, le patate Parte 1
Combinazioni alimentari e metodi di cottura, le patate Parte 1
La patata, solanum tuberosum, è una pianta della famiglia delle Solanaceae. La parte commestibile della pianta è rappresentate da tuberi, le patate appunto, che sono i fusti sotterranei ingrossati. Le patate possono esse
Combinazioni alimentari e metodi di cottura, la zucca Parte 1
Combinazioni alimentari e metodi di cottura, la zucca Parte 1
La zucca è il frutto di diverse piante della famiglia delle Cucurbitaceae. Le zucche, in base al tipo, possono presentarsi più tonde o più allungate, lisce o bitorzolute, con una polpa dal sapore più o meno dolce con all
Combinazioni alimentari Parte 5, i modi migliori per mangiare i carciofi
Combinazioni alimentari Parte 5, i modi migliori per mangiare i carciofi
Il carciofo che si porta in tavola è il fiore non ancora aperto della pianta Cynara scolymus. Il carciofo è ricco di ferro, potassio, magnesio, cinarina, un alcaloide capace di proteggere il fegato e abbassare il coleste
Combinazioni alimentari e metodi di cottura, la zucca Parte 2
Combinazioni alimentari e metodi di cottura, la zucca Parte 2
La zucca è una miniera di vitamine, soprattutto A, importante per la salute del sistema immunitario, della pelle e della vista, E, che combatte i processi di invecchiamento, K, indispensabile per permettere al sangue di
Rimedi naturali
Scarica l'App
Copyright © 2022 - Rimedi naturali Registered Brand 302018000008020
x