Menu
Contro ansia, insonnia e depressione, ecco consigli e rimedi naturali per tutti i giorni

Contro ansia, insonnia e depressione, ecco consigli e rimedi naturali per tutti i giorni

Consigli e rimedi contro l’ansia, l’insonnia e la depressione, da mettere in pratica nella vita di tutti i giorni. Perché le azioni efficaci sono anche le più semplici, come bere un latte con una punta di zafferano, cucinare o anche immaginare paesaggi naturali.
La mente che continua ad andare agli stessi pensieri, ossessivi e continui, l’attenzione sempre focalizzata sulla ricerca di possibili soluzioni, che però non si trovano, di notte una grande fatica ad addormentarsi e risvegli notturni e durante il giorno ansia e nervosismo che non fanno godere delle piccole cose che la vita offre. I rimedi naturali in questi casi possono aiutare a riportare la calma, a svuotare la mente e scacciare le ansie, in modo da ricaricarci di energia e metterci nelle migliori condizioni per affrontare ostacoli e problemi, far emergere risorse e trovare la serenità. In articoli precedenti abbiamo avuto modo di capire l’azione benefica e rilassante dello yoga, in particolare grazie a speciali tecniche di respirazione chiamate pranayama, ma anche di tisane, come il tiglio, la melissa o la lavanda. Oggi approfondiamo altri rimedi e tecniche per scacciare l’ansia e creare il nostro piccolo paradiso, sempre a portata di mano, anche tra le mille preoccupazioni della vita di tutti i giorni.

Oli essenziali

Alcuni oli essenziali, più di altri, aiutano a rilassare corpo e mente e favorire un buon riposo. È stato osservato che una miscela di oli essenziali di lavanda, bergamotto e ylang ylang, versata su un batuffolo di cotone tenuto vicino al cuscino, ha migliorato la qualità del sonno. In particolare, i partecipanti allo studio sottoposti ad aromaterapia hanno riportato di essersi svegliati meno durante la notte e di aver sperimentato, in generale, un sonno più tranquillo e riposante rispetto a chi non aveva annusato nessun olio essenziale (McDonell et al, J Altern Complement Med, 2019). Anche massaggi con olio di mandorle dolci e olio essenziale di maggiorana in concentrazione al 2% hanno mostrato di rilassare e migliorare la qualità del sonno, anche in caso di lavori stressanti e che richiedono turni di notte con conseguente alterazione del ritmo sonno veglia (Chang et al, Evid Based Complement Alternat Med., 2017).

E se non si può camminare nella natura?

Il contatto con la natura ha mostrato di contrastare l’ansia. Il 71% di persone dopo una camminata nella natura ha riportato una riduzione nella tensione percepita, mentre un effetto opposto si ha con un pomeriggio di shopping in centro. In questo caso, il 51% delle persone ha riportato invece un aumento della sensazione di tensione. Quindi, una camminata in un bosco o in un parco ha certamente effetti benefici per contrastare ansia, stress e nervosismo. Tuttavia, non sempre questo è possibile. Pensiamo per esempio a persone che vivono in centro città, lontane anche dai parchi, che lavorano molto e che possono permettersi una gita solo nel fine settimana. Oppure, come sta accadendo nel contesto attuale della pandemia, può capitare che non sia possibile uscire di casa e raggiungere boschi e campagna. Cosa fare quindi in questo caso? Possiamo ricorrere all’immaginazione. Infatti, è stato dimostrato (Nguyen et al, Front Psychol, 2018) che immaginare scene tratte dalla natura, come un’alba, il sole che si riflette su un mare calmo, un ruscello che gorgoglia tra le rocce, ha ugualmente un’azione benefica per ricaricare di energie e scacciare ansie e preoccupazioni. Si tratta di richiamare alla mente paesaggi naturali e coinvolgere tutti i sensi, non solo la vista, ma anche il tatto, per esempio immaginando l’erba fresca e bagnata che sfiora i piedi, l’olfatto, come i profumi di fiori portati dalla brezza, l’udito, come il cinguettio degli uccellini o il suono di una cascata, e anche il gusto, come la sensazione di bere acqua pura e rinfrescante. In questo modo è possibile far credere alla nostra mente che le immagini visualizzate siano reali! Infatti, è stato dimostrato che visualizzare immagini con gli occhi della mente e percepire immagini con gli occhi reali coinvolgono processi mentali molto simili. Immaginare ha sempre un’azione anti stress ma immaginare scene di paesaggi naturali ha mostrato di possedere un’azione ansiolitica più potente (Nguyen et al, Front Psychol, 2018).

Cucinare

Ebbene sì, cucinare non è solo un’azione necessaria volta a garantire il nutrimento ma può diventare un eccellente rimedio scaccia ansie! Infatti, è stato dimostrato che cucinare, impastare, mescolare, tutte azioni che si fanno in cucina, aiutano a distogliere la mente dalle preoccupazioni e dai pensieri ossessivi, scacciando l’ansia (Farmer et al, Health Educ Behav, 2018). È stato osservato che cucinare ha permesso a persone che avevano subito delle ustioni, e che quindi sentivano dolore, di non pensare al male, puoi ben immaginare allora cosa cucinare può fare contro i “mali” della mente! Non solo, cucinare migliora la concentrazione, l’attenzione e anche la sicurezza in sé stessi (Hill et al, Journal of Burn Care and Research, 2007).

Con lo zafferano sogni d’oro

Lo zafferano ha mostrato di alleviare i sintomi legati all’ansia sia lieve che moderata. Non solo, studi hanno rilevato che estratti di zafferano hanno effetti simili a quelli dei comuni antidepressivi come la fluoxetina e imipramina (Yeung et al, Phytother Res, 2019). Alla sera puoi preparare una bevanda calmante e squisita. Scalda in un pentolino una tazza di latte vegetale, soia ma anche riso o mandorla. Il latte non deve risultare bollente ma piacevolmente tiepido. Togli dal fuoco e aggiungi un pizzico di polvere di zafferano, mescola e assapora la bevanda!
Natural Remedies App Logo
Scarica ora l'App Rimedi Naturali, l'app di benessere e salute naturale, è gratis!
Rimedi naturali
Scarica l'App

Rimedi naturali

App

Shop

Seguici

Copyright © 2021 - Rimedi naturali Registered Brand 302018000008020