Menu
Natural Home Remedies healthy recipesNatural Home Remedies healthy lifestyle
Coronavirus, perché è importante non toccarsi la faccia e come fare per smettere

Coronavirus, perché è importante non toccarsi la faccia e come fare per smettere

Perché ci tocchiamo spesso il volto con le mani e cosa possiamo fare per smettere di farlo?
Toccarsi il volto è un gesto che tutti noi compiamo più volte al giorno, spesso in modo inconsapevole. È stato condotto uno studio sull’argomento, gli scienziati hanno osservato, attraverso una telecamera, 26 volontari. Ebbene, ognuno di loro si è portato le mani al volto almeno 23 volte in un’ora e ben il 44% è entrato in contatto con una mucosa, come occhi, naso o bocca (Kwok et al, Am J Infect Control, 2015). Toccarsi continuamente il viso con le mani non è così innocuo come si potrebbe pensare, soprattutto quando le mani sono sporche e sono portatrici di batteri e virus. Ecco perché è importante da una parte limitare il contatto tra mani e viso e dall’altro seguire delle regole igieniche di base. Questo discorso vale nella vita normale di tutti i giorni, in cui si possono osservare un peggioramento, per esempio, dell’acne, o una trasmissione di un raffreddore o influenza, ma vale soprattutto in questo periodo così difficile per l’emergenza coronavirus. Infatti, le mani possono essere entrate in contatto con il virus, per esempio toccando maniglie delle porte, interruttori della luce, pulsanti di ascensori o corrimano. Un recentissimo studio scientifico ha infatti dimostrato come il coronavirus possa resistere da alcune ore ad alcuni giorni fuori dal corpo. Per esempio, su una superficie di plastica o acciaio può sopravvivere da due a tre giorni, un po’ meno su cartone e rame dove scompare in qualche ora, al massimo in un giorno (van Doremalen et al, The New England Journal of medicine, 2020). Portare quindi le mani al volto può diventare un gesto che potrebbe causare contagio. Ecco quindi che è necessario seguire delle regole.

Usare fazzoletti

A volte proprio non si riesce a fare a meno di toccarsi il volto, può essere per aggiustarsi gli occhiali, per un prurito o per asciugarsi il naso. In questo caso il consiglio generale è sempre quello di usare non le mani nude ma un fazzoletto, che poi va buttato via.

Lavarsi spesso le mani

Lavarsi le mani più volte al giorno per un minuto con acqua e sapone. Prima si bagnano le mani, poi si distribuisce il sapone su tutta la superficie e si sfregano tra loro i palmi. Poi si sfrega il palmo di una mano contro il dorso dell’altra intrecciando le dita, per una mano e per l’altra. Poi si sfregano i palmi delle mani intrecciando le dita. Quindi si sfrega il dorso delle dita contro il palmo opposto tenendo strette le dita tra loro, poi si sfrega la parte tra pollice e le altre dita e poi tutto il pollice. Infine si frizionano le dita contro il palmo dell’altra mano. Infine, sciacqua le mani e asciugale con una salvietta. In alternativa o in aggiunta puoi ricorrere ad un disinfettante per pani a base alcolica. Questa operazione va eseguita spesso.

Combattere i movimenti involontari

Spesso portiamo le mani al volto per nervosismo, magari mentre pensiamo ad un problema o guardiamo la televisione. Infatti, è stato osservato che toccarsi il volto può essere un modo per alleviare lo stress. Un buon modo per evitare questo è sicuramente tenere le mani occupate, per esempio con una pallina morbida da strizzare. La pallina va però disinfettata spesso con acqua e alcool. Quando sei fuori, per esempio mentre stai facendo la spesa al supermercato, indossare una sciarpa o una bandana che copra naso e bocca può essere un deterrente a toccarsi il volto. Attenzione però, oltre a questo sciarpe e scialli possono solo limitare in parte la dispersione di goccioline quando parliamo, ma non rappresentano una protezione totale né per noi né per gli altri, per questo bisogna praticare il distanziamento sociale, lavarsi le mani frequentemente e non toccarsi il volto con le mani.

Se alla base c’è un fastidio fisico

A volte toccarsi spesso gli occhi può essere un segnale di occhi stanchi, secchi o irritati. In questo caso, più che toccarsi spesso gli occhi può essere utile ricorrere a lacrime artificiali o fare esercizi oculari come il palming, di cui abbiamo parlato in post precedenti, sempre però dopo essersi lavati le mani in modo corretto.
AUTORE
Unisce la sua passione per uno stile di vita naturale e la sua formazione universitaria, è infatti laureata in fisica e ha il dottorato di ricerca in fisica, settore biofisica. Leggere articoli scientifici, documentarsi sulle ultime ricerche e testare nuovi metodi e ricette è quindi da sempre il suo lavoro, che, speriamo, di aver reso utile.
Natural Remedies App Logo
Scarica ora l'App Rimedi Naturali, l'app di benessere e salute naturale, è gratis!

Potrebbero anche interessarti questi rimedi naturali

Colazione, il pasto più importante della giornata
Colazione, il pasto più importante della giornata
C’è chi si sveglia con molto anticipo per fare una bella e abbondante colazione, chi invece si concede una brioche mentre scende di corsa le scale e chi invece si limita a bere un caffè al volo. C’è chi preferisce una co
Malva, uso esterno
Malva, uso esterno
La malva, nome scientifico Malva sylvestris, è una piantina generosa e davvero benefica. Oltre ad essere un ingrediente per infusi utili a calmare tossi, bronchiti, raffreddori o infiammazioni del sistema digerente come
INCI dei cosmetici, sai cosa ti spalmi Parte 3, gli emulsionanti
INCI dei cosmetici, sai cosa ti spalmi Parte 3, gli emulsionanti
Quando acquistiamo frutta, verdura, cibo pronto ci documentiamo sulla provenienza, sul tipo di coltivazione e quali sono gli ingredienti utilizzati. Ma la stessa attenzione è da riservare anche a creme, shampoo, balsami,
Ganoderma
Ganoderma
Il Ganoderma Lucidum, detto anche reishi, è un fungo dalle proprietà benefiche. Data la consistenza legnosa questo fungo viene in genere assunto sotto forma di polvere essiccata. Il Ganoderma ha una potente azione antinf
Natural beauty, come trattare le imperfezioni Parte 3, le macchie scure
Natural beauty, come trattare le imperfezioni Parte 3, le macchie scure
Cosa fare contro le macchie scure cutanee? Queste fanno la loro comparsa soprattutto dopo i 40 anni a causa della fotoesposizione, ma possono anche capitare a tutte le età e le cause possono essere ormonali o la consegue
Pera
Pera
La pera è il frutto degli alberi della specie Pyrus della famiglia delle Rosaceae, una delle piante più antiche coltivate dall’uomo. La pera è deliziosa e versatile, può essere consumata sia come frutto fresco che sotto
Coriandolo
Coriandolo
metti in infusione mezzo cucchiaino di semi di coriandolo in una tazza di acqua bollente per 10 minuti. Filtra e bevi.
Cosmetici naturali, come re e regine Parte 22, i tesori di bellezza della Polinesia
Cosmetici naturali, come re e regine Parte 22, i tesori di bellezza della Polinesia
Per viaggiare non serve sempre prendere aerei, treni o la macchina. A volte, basta chiudere gli occhi e sentire i profumi di terre lontane, che sanno di sole, mare e brezza. Come il profumo dolce dell’ananas, quello esot
Rimedi naturali
Scarica l'App
Copyright © 2022 - Rimedi naturali Registered Brand 302018000008020
x