Close
Home Chi siamo App Rimedi Naturali Shop Il nostro libro Vita sana
Natural Remedies Logo Rimedi Naturali Rimedi Naturali

Fagioli rossi

maggio 05, 2019
Share on Facebook Share on Twitter Share on Whatsapp Share on Pinterest Email
Fagioli rossi

Fonte di proteine, carboidrati e sali minerali, capaci di tenere sotto controllo la glicemia, potente azione antiossidante grazie agli antociani e alle catechine in essi presenti

I fagioli rossi, chiamati anche red kidney beans, sono una varietà del fagiolo comune, nome scientifico Phaseolus vulgaris. Questi fagioli non vanno confusi con i fagioli rossi azuki, nome scientifico Vigna angularis. Vediamo ora le proprietà di questi fagioli e come presentarli in tavola.

Proprietà dei fagioli rossi

A dare il colore rosso scuro a questi fagioli sono gli antociani, che, in base a studi scientifici (Akond et al, American Journal of Food Technology, May 2011), risultano in quantità maggiori rispetto all’amaranto, al sorgo nero e ai fagioli di soia oltre che agli altri tipi di fagioli. Gli antociani sono delle potenti sostanze antiossidanti capaci di contrastare i radicali liberi, i processi di invecchiamento, i tumori e le infiammazioni. Tra gli antiossidanti dei fagioli rossi troviamo anche le catechine, composti capaci di contrastare lo stress ossidativo e le infiammazioni. Per esempio, le catechine si sono dimostrate utili a proteggere il tratto intestinale (Fei-Yan Fan et al, Molecules, Mar 2017). Ma i fagioli rossi sono anche una preziosa fonte di proteine, carboidrati e quindi energia, apportano calcio, potassio, magnesio, zinco e ferro, vitamine del gruppo B e folati (Da USDA Food Composition Database), sostanze importanti in gravidanza per il corretto sviluppo del feto ma anche per garantire il rinnovo cellulare.

Non solo, è stato possibile dimostrare anche l’effetto ipoglicemico dei fagioli rossi, che quindi risultano utili come alimento da inserire nella dieta di chi è in sovrappeso o deve tenere sotto controllo i valori di zuccheri nel sangue (Ganesan et al, Int J Mol Sci, Nov 2017). Infine, una dieta ricca di legumi, tra cui si annoverano i fagioli rossi, è collegata a un minor rischio di sviluppare tumori, soprattutto del colon, come è risultato da un’analisi pubblicata sulla rivista scientifica PLoS One da un team di ricercatori cinesi (Wang et al, PLoS One, Jun 2013).

Come cucinare i fagioli rossi

Cerchi un modo gustoso per mangiare questi deliziosi, e sani, fagioli? Prova il chili con fagioli e riso basmati, nella sezione Alimentazione sana. Ricordati di mettere in ammollo e poi cuocere bene i fagioli in quanto i fagioli rossi, quando non risultano ben cotti, possono essere tossici per la presenza di fitoemoagglutinina, una lectina (Venter et al, S Afr Med J, Apr 1995). Tuttavia questo discorso vale anche per altri legumi secchi quali altre varietà di fagioli o fagioli di soia. In ogni caso il periodo di ammollo in acqua e la cottura sono sempre indispensabili e aiutano a contrastare gli effetti della fitoemoagglutinina.

Share on Facebook Share on Twitter Share on Whatsapp Share on Pinterest Email
Natural Remedies
Scarica ora l'App Rimedi Naturali, l'app di benessere e salute naturale, è gratis!
App Rimedi Naturali: benessere, bellezza e salute
Lifestyle, dieta sana, cosmesi naturale
Remedies App Logo