Fave

Vitamine e sali minerali, contengono levodopa importante per contrastare e migliorare i sintomi del morbo di Parkinson, apporto di fibre, controllo dei livelli di colesterolo e glicemia, di aiuto a mantenere il peso forma, contro la stitichezza.
Le fave sono dei legumi, frutti della fava, o Vicia faba, della famiglia delle Leguminose o Fabaceae. Le fave sono ricche di proteine vegetali e sostanze nutritive, risultando pertanto un alimento molto sano tipico del periodo primaverile. Le fave contengono acido folico, sali minerali, come ferro, rame, fosforo, potassio, manganese, importante per supportare il sistema immunitario, e vitamine, come la vitamina A, C, gruppo B risultando per questo una fonte di energia e una protezione per il sistema nervoso. Le fave apportano fibre, importanti per contrastare la stitichezza e per abbassare i livelli di colesterolo e di glicemia, non solo, le fibre aiutano anche a mantenere il peso corporeo e fanno delle fave un alimento molto interessante da inserire nelle diete di chi è in sovrappeso. Una caratteristica molto importante da sottolineare è che le fave e i baccelli contengono levodopa, soprattutto se le fave sono giovani e fresche mentre le fave secche perdono gran parte della sostanza. Levodopa è precursore della dopamina, neurotrasmettitore associato al buon funzionamento dei movimenti del corpo e assente in caso di malattie come il Parkinson, infatti levodopa si utilizza in diversi farmaci per il trattamento del morbo di Parkinson. Pertanto Il consumo di fave sembra migliorare i sintomi legati al morbo di Parkinson e il movimento, questo è testimoniato da studi scientifici, qui citiamo lo studio del 1993 pubblicato sulla rivista Advances in neurology e condotto da un team del dipartimento di neurologia del Tel-Aviv Sourasky Medical Center, Israele. Consulta comunque il tuo medico curante per eventuali interazioni e allergie individuali. Le fave possono essere consumate crude, aggiunte alle insalate o come contorno gustoso o anche sotto forma di purea, oppure cotte nelle minestre o zuppe, ma in questo caso molte sostanze importanti per la salute vanno perse. Anche i baccelli possono essere consumati, lessati e conditi con olio extra vergine di oliva e succo di limone. L’unica controindicazione delle fave è per chi soffre di favismo, una malattia ereditaria che compare in seguito all’assunzione di fave fresche.
Scarica ora l'App Rimedi Naturali, l'app di benessere e salute naturale, è gratis!
Rimedi naturali
Scarica l'App
Copyright © 2020 - naturallifeapp.com Registered Brand 302018000008020
x
Home
Chi siamo
App
Rimedi naturali
Esercizi Yoga
Rimedi fai da te
Ricette Sane
Oli essenziali
Cerca
Il nostro libro
Shop