Fiori da mangiare, colori, profumi e salute sono serviti Parte 3, lavanda e fiori di zucca

La lavanda è antiossidante, aiuta a tenere sotto controllo la glicemia e protegge il cervello, i fiori di zucca combattono i processi di invecchiamento, abbassano la glicemia e il colesterolo.
Alcuni fiori sono commestibili, come, per esempio, la rosa, la calendula, ma anche il nasturzio o la viola. Aggiungere i fiori alle ricette non contribuisce solo a rendere il piatto più allegro, ma anche più sano. Infatti, come abbiamo visto, i fiori possono apportare preziose proprietà antiossidanti, antinfiammatorie, analgesiche e neuroprotettive. Attenzione però, non tutti i fiori sono commestibili, quindi evita di raccogliere i fiori nei campi perché potresti confonderli con altre specie tossiche. In più, se coltivi tu i fiori che poi andrai a mangiare avrai anche il vantaggio di essere sicuro/a della loro origine biologica, dal momento che, nel caso dei fiori commestibili, è bene evitare l’uso di pesticidi. Infine, è possibile che i fiori possano causare, in persone predisposte, allergie, quindi, inizia sempre con piccolissime quantità, potrai sempre aumentarle dopo! Oggi parliamo delle proprietà di altri due fiori commestibili, la lavanda e i fiori di zucca.

Lavanda

Spighe color viola che ondeggiano al sole, che spettacolo meraviglioso sono i campi di lavanda! Ma la lavanda è anche una piantina stupenda da coltivare in giardino o sul balcone. Ogni tanto, quando ti senti giù di morale, puoi sfregare tra le dita i suoi fiori e inalare l’aroma rilassante e rasserenante. La lavanda, però, è anche molto di più. Infatti, la lavanda è uno dei fiori commestibili, insieme alla calendula e alle margherite, con il più alto contenuto in antiossidanti, tra cui antociani, carotenoidi e triterpenoidi. Grazie a queste sostanze la lavanda aiuta a combattere i processi di invecchiamento, ma si dimostra anche utile a proteggere il cervello dalle degenerazioni e a contrastare elevati valori di glicemia nel sangue (Nowicka et al, Antioxidants, 2019). La lavanda è considerata generalmente un cibo sicuro ed è perfetta per essere aggiunta, in piccole quantità perché l’aroma è intenso, a yogurt, ricotta, ma anche macedonie di frutta o al pesto di erbe per condire la pasta, risultando davvero ottima e rinfrescante in questo periodo.

Fiori di zucca

Ecco un altro buon motivo per provare a coltivare le zucchine, i loro fiori gialli e corposi! Anche i fiori delle zucchine possono essere mangiati, aggiunti crudi alle insalate o ai sughi delle paste estive. Per esempio, nella sezione Ricette sane dell’app puoi trovare la gustosa preparazione della pasta con zucchini, pomodorini e fiori di zucca. I fiori di zucca si fanno apprezzare per la loro azione ipoglicemizzante e capace anche di ridurre il colesterolo (Morittu et al, Nat Prod Res, 2019). Non solo, i fiori di zucca apportano anche preziosi antiossidanti e i fiori femminili, quelli da cui poi si sviluppa il frutto, hanno più capacità antiossidante dei fiori maschili, quelli con lo stelo più sottile (Tarhan et al, Plant Foods Hum Nutr, 2007). Infine, proprio dai fiori di zucca è stata isolata una sostanza, chiamata spinasterolo, che ha mostrato di contrastare lo sviluppo dei tumori (Villasenor et al, Teratog Carcinog Mutagen, 2000).
Scarica ora l'App Rimedi Naturali, l'app di benessere e salute naturale, è gratis!
Rimedi naturali
Scarica l'App
Copyright © 2020 - naturallifeapp.com Registered Brand 302018000008020
x
Home
Chi siamo
App
Rimedi naturali
Esercizi Yoga
Rimedi fai da te
Ricette Sane
Oli essenziali
Cerca
Il nostro libro
Shop