Close
Home Chi siamo App Rimedi Naturali Shop Il nostro libro Vita sana
Natural Remedies Logo Rimedi Naturali Rimedi Naturali

Fucoxantina, proprietà, benefici e avvertenze

giugno 25, 2023
Share on Facebook Share on Twitter Share on Whatsapp Share on Pinterest Email
Fucoxantina, proprietà, benefici e avvertenze

La fucoxantina è un carotenoide dall'alto potere antiossidante, antinfiammatorio, neuroprotettivo ed epatoprotettivo, utile a contrastare sovrappeso, obesità ad accumulo del grasso addominale

La fucoxantina è una sostanza molto potente per proteggere la nostra salute. Contenuta naturalmente in alcuni tipi di alghe, la fucoxantina è un prezioso antiossidante i cui benefici sono l'argomento dell'articolo di oggi.

Fucoxantina, cos'è

La fucoxantina è un antiossidante della famiglia dei carotenoidi e rappresenta il pigmento arancione maggiormente presente nelle alghe marine brune, quali fucus, wakame e laminaria, chiamata anche alga kombu. La fucoxantina assorbe la luce blu e verde e conferisce alle alghe un colore scuro olivastro. La struttura molecolare della fucoxantina è praticamente unica ed è questa la caratteristica che fa di questa sostanza un potente rimedio con proprietà anti radicali liberi, anti diabete, anti obesità e neuroprotettive (Mumu et al, Front Pharmacol, 2022).

Fucoxantina contro i radicali liberi

La fucoxantina è, in primo luogo, un potente antiossidante, capace di contrastare i processi di invecchiamento, i danni dei radicali liberi e dei raggi solari e le degenerazioni cellulari (Mumu et al, Front Pharmacol, 2022). In quest'ultimo caso, la fucoxantina ha mostrato di indurre l'arresto del ciclo vitale e l'apoptosi, che è la morte programmata, delle cellule malate, con un'azione particolarmente potente su alcuni tipi di tumori che colpiscono il fegato, i polmoni, il cervello, il colon, lo stomaco e la prostata (Mumu et al, Front Pharmacol, 2022 - Moghadamtousi et al, ScientificWorldJournal, 2014 - Meresse et al, Int J Mol Sci, 2020).

Fucoxantina e le infiammazioni

La fucoxantina è anche una sostanza dall'azione antinfiammatoria comparabile agli effetti dell'antiossidante epigallocatechina tre gallato del tè verde. Infatti, studi hanno dimostrato che la fucoxantina è in grado di controllare diverse malattie legate alle infiammazioni, come la colite e la colite ulcerosa, ma anche l'eritema, la dermatite atopica e l'asma (Mumu et al, Front Pharmacol, 2022). Si ritiene che l'azione antinfiammatoria della fucoxantina sia riconducibile alla sua capacità prebiotica di supportare i batteri buoni del microbiota intestinale (Mumu et al, Front Pharmacol, 2022).

Fucoxantina contro diabete e obesità

La fucoxantina, anche a basse dosi, aiuta a contrastare l'obesità, contribuendo a ridurre il peso corporeo e l'accumulo di grasso, soprattutto a livello del girovita, che è anche il grasso più pericoloso (Mumu et al, Front Pharmacol, 2022 (Mumu et al, Front Pharmacol, 2022 - Gammone et al, Mar Drugs, 2015).

Non solo, la fucoxantina è un'alleata anche contro il diabete, dal momento che è in grado di ridurre la resistenza all'insulina e la glicemia (Mumu et al, Front Pharmacol, 2022).

Fucoxantina per la salute del fegato

Studi hanno dimostrato che la fucoxantina protegge il fegato. In particolare, questa sostanza aiuta a contrastare la steatosi epatica causata da una dieta ad alto contenuto di grassi, l'infiammazione epatica ed eventuali danni al fegato causati da un eccessivo consumo di alcol (Mumu et al, Front Pharmacol, 2022).

Non solo, in presenza di fegato grasso derivante da una dieta sbilanciata, la fucoxantina contrasta la fibrosi e un'eventuale evoluzione del fegato grasso in steatoepatite, una malattia caratterizzata da infiammazione e perdita di funzionalità da parte del fegato (Winarto et al, Int J Mol Sci, 2023).

Fucoxantina per il cervello

La fucoxantina è ritenuta una promettente alleata contro la neuroinfiammazione, che è una condizione che aumenta il rischio di depressione ma anche, sul lungo periodo, di malattie degenerative come l'Alzheimer (Mumu et al, Front Pharmacol, 2022).

Fucoxantina e la salute delle ossa

La fucoxantina migliora il contenuto di minerali nelle ossa e quindi dimostra un'azione contro l'osteoporosi (Mumu et al, Front Pharmacol, 2022).

Fucoxantina, come si assume e avvertenze

Come accennato, la fucoxantina è un carotenoide presente nelle alghe brune. Tuttavia, questa sostanza non è facilmente assimilabile dall'organismo quando viene assunta l'alga intera, si pensa per un'interferenza delle fibre contenute nell'alga stessa. Studi hanno però dimostrato che l'associazione di alghe e olio di pesce o grassi a media catena, come quelli che si trovano nel latte vaccino, di pecora, di capra e nel latte di cocco, sia in grado di aumentare la disponibilità della fucoxantina (Peng et al, Marine drugs, 2011). In questo caso, però, tieni presente che le alghe che contengono fucoxantina, come la kombu e la wakame, apportano anche iodio e che quindi è importante non eccedere con il loro consumo e attenersi alle indicazioni riportate sulla confezione. Questo vale soprattutto per l'alga kombu, tra le più ricche di iodio, mentre l'alga wakame ne apporta in bassa quantità. Per lo stesso motivo, chiedi consiglio al tuo medico se soffri di disfunzioni tiroidee. In alternativa, puoi ricorrere alla fucoxantina in capsule, che, per la sua associazione con maltodestrine, oli o gomma arabica, viene assimilata più facilmente (Mumu et al, Front Pharmacol, 2022). La fucoxantina in capsule contiene generalmente dosi molto limitate se non quasi assenti di iodio. La fucoxantina è considerata sicura ma il consiglio è di evitarla in gravidanza ed allattamento in quanto ancora non si dispongono di risultati che ne confermino la sicurezza in queste fasi (Zhang et al, Evid Based Complement Alternat Med., 2015).

Share on Facebook Share on Twitter Share on Whatsapp Share on Pinterest Email
Natural Remedies
Scarica ora l'App Rimedi Naturali, l'app di benessere e salute naturale, è gratis!
App Rimedi Naturali: benessere, bellezza e salute
Lifestyle, dieta sana, cosmesi naturale
Remedies App Logo