Menu
Natural Home Remedies healthy recipesNatural Home Remedies healthy lifestyle
Germogli di soia verde e fagiolo mungo

Germogli di soia verde e fagiolo mungo

Proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, proteine e basso apporto calorico, utili in caso di sovrappeso e obesità, di aiuto a ridurre il colesterolo, la glicemia e la pressione, sotto forma di germogli potente azione antimicrobica e antivirale, utile anche per contrastare l’herpes e l’Helicobacter pylori
Il fagiolo mungo, chiamato anche fagiolo mungo verde o fagiolo indiano verde, nome scientifico Vigna radiata, è una pianta della famiglia delle Fabaceae o Leguminose. I frutti di questa pianta sono baccelli che contengono dei semi commestibili caratterizzati da una buccia di colore verde. Questi semi di fagiolo mungo possono essere reperiti sia nella forma essiccata, in questo caso possono essere mangiati dopo averli lasciati in ammollo e cotti, oppure sotto forma di germogli, i famosi germogli di soia verde, che possono comunque essere anche autoprodotti in casa. Si può dire che i fagioli mungo sono i semi più usati al mondo per produrre germogli. Sia i semi essiccati che i germogli di fagiolo mungo contengono interessanti nutrienti e proprietà salutari, vediamo meglio in dettaglio.

Proprietà

Sia i legumi secchi che i germogli sono fonti vitamine del gruppo B e di sali minerali quali magnesio, fosforo, calcio e potassio. Legumi e germogli contengono anche aminoacidi essenziali, che sono aminoacidi che il corpo non può produrre da sé, risultano antiossidanti grazie al contenuto in flavonoidi e isoflavoni, hanno proprietà antinfiammatorie, antitumorali e anti ipertensive, contribuiscono cioè e tenere a bada i valori di pressione sanguigna (USDA Food composition Database). Non solo, mostrano anche un’azione antidiabetica, aiutando a tenere sotto controllo la glicemia, sono utili in caso di obesità e sovrappeso dato il basso apporto calorico e giocano un ruolo importante nel diminuire i valori di colesterolo e trigliceridi (Tang et al, Chem Cent, Jan 2014 – Yao et al, Plant Foods Hum Nutr, Jun 2014). Tuttavia, durante il processo di germogliazione, durante il quale dai fagioli mung si formano i germogli, vengono attivate delle reazioni che modificano, o meglio, massimizzano, alcune proprietà. Infatti, i legumi secchi sono costituiti per circa il 20-25% da proteine, sono abbondanti in aminoacidi, presentano carboidrati, circa il 60%, tra cui amidi. La fase di germogliazione aumenta il contenuto di tutti gli aminoacidi e riduce invece la presenza di amidi. Non solo, i germogli presentano anche più sostanze antiossidanti rispetto ai fagioli secchi, aumentano infatti le quantità di acido caffeico, ferulico e catechine, e aumenta anche l’apporto di vitamina C. Infine, i germogli di soia hanno anche dimostrato una potente azione antivirale e antimicrobica. Infatti, sono risultati utili a contrastare l’Helicobacter pylori, una delle infezioni più comuni nell’uomo e la causa di problemi gastrici come l’ulcera (Tang et al, Chem Cent, Jan 2014). Non solo, estratti di germogli di soia si sono dimostrati capaci di contrastare il virus dell’herpes del labbro con un’azione comparabile a quella dell’Acyclovir, un farmaco utilizzato per trattare questa problematica (Hafidh et al, BMC Complement Altern Med, Jun 2015). La germogliazione sembra aumentare anche la capacità dei fagioli mungo di ridurre il colesterolo e proteggere il fegato (Lopes et al, Nutrients, Jun 2018). Infine, i germogli di soia hanno meno acido fitico rispetto ai fagioli secchi. L’acido fitico è considerato un antinutriente, una sostanza cioè che può ridurre l’assorbimento di minerali quali calcio, magnesio e zinco. (Mubarak, Food Chemistry, Mar 2005).

Come si mangiano

I fagioli secchi mungo necessitano, come tutti i legumi, di un periodo di ammollo in acqua fredda. Dopo qualche ora puoi scolarli e cuocerli in acqua bollente per 20 minuti. Ottimi per preparare zuppe e vellutate ma anche burger, polpette e insalate. In alternativa, puoi acquistare i germogli o, ancora meglio, i fagioli mungo per la germogliazione e autoprodurre in casa i germogli, che poi vanno lavati abbondantemente e aggiunti alle insalate. È in uscita anche un video blog in cui vedremo come produrre da sé i germogli! Continua a seguirci!
AUTORE
Unisce la sua passione per uno stile di vita naturale e la sua formazione universitaria, è infatti laureata in fisica e ha il dottorato di ricerca in fisica, settore biofisica. Leggere articoli scientifici, documentarsi sulle ultime ricerche e testare nuovi metodi e ricette è quindi da sempre il suo lavoro, che, speriamo, di aver reso utile.
Natural Remedies App Logo
Scarica ora l'App Rimedi Naturali, l'app di benessere e salute naturale, è gratis!

Potrebbero anche interessarti questi rimedi naturali

Mela verde
Mela verde
Esistono molte varietà di mele, qui parliamo della mela verde o Granny Smith, caratterizzata da una buccia verde e da una polpa un po’ acidula. Il colore verde indica la presenza di clorofilla, il pigmento indispensabile
Argilla verde ventilata
Argilla verde ventilata
Come impacco – tre cucchiai di argilla a cui aggiungere, mescolando con cura, acqua fino ad ottenere un composto denso e liscio, spalma sulla parte del corpo interessata, in caso di acne o pelle grassa spalma sul viso,
Mentastro verde
Mentastro verde
Mentha spicata, o mentastro verde, è una pianta della famiglia delle Lamiaceae. Ha proprietà toniche, antisettiche, anestetiche, rinfrescanti, decongestionanti, digestive e carminative. Il mentastro verde trova quindi ap
Natural beauty, la soia come cosmetico di bellezza
Natural beauty, la soia come cosmetico di bellezza
Avete provato a leggere l’INCI di una crema o di uno shampoo? Spesso ci sono così tanti ingredienti che davvero non si sa da dove iniziare. Mentre spesso sono sufficienti pochi ingredienti, ma semplici e benefici, per nu
Germogli di bambù
Germogli di bambù
I germogli di bambù sono i nuovi getti, commestibili, di diverse specie di bamboo. Vengono usati nella cucina orientale ma al giorno d’oggi possono essere reperiti un po’ ovunque e aggiunti ad arricchire i nostri piatti.
Soia
Soia
La soia, nome scientifico glycine max, è una pianta della famiglia delle Leguminose, proprio come fagioli, piselli o lenticchie. Il frutto della pianta è dato da baccelli che racchiudono i semi, i fagioli di soia che com
Alimenti brucia grassi Parte 7, tè e tisane, il tè verde e il tè di Giava
Alimenti brucia grassi Parte 7, tè e tisane, il tè verde e il tè di Giava
Negli ultimi articoli abbiamo dedicato spazio agli alimenti brucia grassi in quanto, in base a diverse ricerche scientifiche, il tessuto adiposo, soprattutto se localizzato sul giro vita, può risultare un problema per la
Tè verde kukicha
Tè verde kukicha
Tanti piccoli bastoncini e rametti, così si presenta il tè verde kukicha, un tè giapponese molto particolare che si differenzia dagli altri tè che invece sono sotto forma di foglioline. L’aroma del tè verde kukicha è dol
Rimedi naturali
Scarica l'App
Copyright © 2022 - Rimedi naturali Registered Brand 302018000008020
x