Close
Home Chi siamo App Rimedi Naturali Shop Il nostro libro Vita sana
Natural Remedies Logo Rimedi Naturali Rimedi Naturali

Infiammazione cronica, come si contrasta con l'alimentazione per guadagnarci in longevità e salute

novembre 29, 2023
Share on Facebook Share on Twitter Share on Whatsapp Share on Pinterest Email
Infiammazione cronica, come si contrasta con l'alimentazione per guadagnarci in longevità e salute

L'infiammazione cronica è il nemico numero uno della salute, aumentando il rischio di malattie e di indebolimento del sistema immunitario. Per fortuna, l'infiammazione cronica può essere combattuta con alimentazione e stile di vita. Oggi, in particolare, vedremo alimenti e bevande che aiutano a ridurre l'infiammazione

Infiammazione, questa è la condizione che, sempre più spesso, viene chiamata in causa per spiegare molte malattie, siano esse diabete, malattie cardiovascolari, Alzheimer o degenerazioni cellulari. Ma che cos'è esattamente l'infiammazione? Abbiamo sempre saputo che l'infiammazione è il nostro meccanismo di difesa, come può rivoltarsi contro di noi? E cosa possiamo fare noi per proteggerci? Nel seguito risponderemo a queste domande grazie alle più recenti ricerche scientifiche.

Cos'è l'infiammazione cronica e i suoi rischi

L'infiammazione di per sé è la nostra salvezza in quanto attiva tutte le risorse necessarie per far fronte alle minacce date, per esempio, da batteri, virus, funghi o tossine. Tuttavia, l'infiammazione benefica, una volta che ha compiuto il suo lavoro e ha messo in salvo il corpo, deve sparire. Qui noi oggi parliamo di un altro tipo di infiammazione, più insidiosa, di tipo cronico e a bassi livelli. Proprio per queste caratteristiche noi non vediamo i classici sintomi dell'infiammazione che potrebbero far scattare il campanello di allarme che qualcosa non va, come arrossamento, dolore, gonfiore o febbre. L'infiammazione cronica rimane silente e lavora negli anni, aumentando il rischio che alcuni disturbi possano peggiorare e assumere carattere cronico, che se ne possano sviluppare altri e che l'organismo invecchi anzitempo. Per esempio, l'infiammazione cronica è connessa all'indebolimento del sistema immunitario, allo sviluppo dell'artrite reumatoide, alla progressione dell'artrosi e all'aumento del rischio di tumore, neurodegenerazioni e malattie cardiovascolari, queste ultime soprattutto in presenza di altri fattori di rischio come il diabete, anzi, è stato osservato che l'infiammazione fa proprio da ponte tra diabete, ictus e infarto (Charneca et al, Nutrients, 2023 - Zhang et al, Metab Syndr Relat Disord, 2023). Da qui l'importanza di spegnere l'infiammazione cronica. Ma come possiamo farlo? Nell'articolo di oggi scopriremo, in base alle ultimissime ricerche scientifiche, come l'infiammazione cronica può essere combattuta a tavola! Senza dimenticare, in ogni caso, che anche lo stile di vita ha da dire la sua, evitando di fumare, bere alcolici e la sedentarietà, cercando invece di muoversi e seguire uno stile di vita attivo, di garantirsi un buon sonno ristoratore e tenere sotto controllo stress e ansia.

La tavola antinfiammatoria

Alcuni cibi, più di altri, possono contribuire a contrastare l'infiammazione cronica. Questo è il caso di frutta e verdura, di cui andrebbero consumate almeno 5 porzioni al giorno, pesce, 3 porzioni alla settimana, pollame senza pelle, da 2 a 3 porzioni a settimana, semi, tra cui anche lino e chia che sono una preziosa fonte di omega 3, e frutta a guscio quale noci, mandorle, nocciole e arachidi, 30 grammi al giorno, legumi, 3 porzioni alla settimana, spezie, cioccolato fondente, 3 cucchiai al giorno di olio evo e probiotici, come integratori, yogurt e bevande che indicano di contenere probiotici (Kamari et al, Food Sci Nutr, 2023 - Sala Climent et al, Front Nutr, 2023). Allo stesso tempo, una buona scelta è quella di limitare gli alimenti pro infiammatori, in particolare gli alimenti molto lavorati, ricchi di zuccheri e grassi saturi, come merendine, caramelle, snack salati, bevande industriali, patatine fritte, carne rossa e insaccati (Kurowska et al, Nutrients, 2023).

Amaro è meglio

Come regola generale, alimenti e bevande non industriali, come caffè o tisane, dal sapore amaro sono considerati validi alleati per contrastare l'infiammazione.

Invece, il dolce, in particolare se viene da zuccheri e fruttosio aggiunti all'alimento e non contenuti naturalmente, è associato allo sviluppo dell'infiammazione cronica (Dragos et al, Plants, 2022).

Le spezie contro l'infiammazione

Le spezie della salute sono tante e sono pronte ad arricchire le tue preparazioni con gusto e colore, aiutandoti contemporaneamente a contrastare l'infiammazione cronica. Le migliori spezie antinfiammatorie sono la cannella, la curcuma, che però per essere efficace va abbinata a olio evo e pepe, l'aglio, lo zenzero e lo zafferano. Le spezie agiscono in più modi per ridurre l'infiammazione cronica. In particolare, le spezie modulano il rilascio di sostanze pro infiammatorie e proteggono il microbiota intestinale, supportando la proliferazione dei batteri buoni intestinali e rinforzando la barriera contro i patogeni (Charneca et al, Nutrients, 2023).

Le bevande antinfiammatorie

Il tè, sia nero che verde, è antinfiammatorio e antiossidante. Anche il caffè, bevuto con moderazione, è antinfiammatorio grazie alla caffeina e agli antiossidanti in esso contenuti (Kurowska et al, Nutrients, 2023). Molto interessante è anche il tè kombucha, ottenuto dalla fermentazione del tè verde o nero.

Ebbene, il kombucha ha mostrato di ridurre l'infiammazione con un'azione persino superiore a quella dell'infuso da cui è ottenuto (Sales et al, Foods, 2023).

Share on Facebook Share on Twitter Share on Whatsapp Share on Pinterest Email
Natural Remedies
Scarica ora l'App Rimedi Naturali, l'app di benessere e salute naturale, è gratis!
App Rimedi Naturali: benessere, bellezza e salute
Lifestyle, dieta sana, cosmesi naturale
Remedies App Logo