Close
Home Chi siamo App Rimedi Naturali Shop Il nostro libro Vita sana
Natural Remedies Logo Rimedi Naturali Rimedi Naturali

Miglio, il cereale ritrovato

luglio 04, 2021
Share on Facebook Share on Twitter Share on Whatsapp Share on Pinterest Email
Miglio, il cereale ritrovato

Vitamine, sali minerali, antiossidanti e proteine, supporta la salute del sistema nervoso, contrasta la ritenzione idrica, protegge il cuore e riduce il rischio di diabete tipo 2, è antitumorale e rinforza le ossa, non contiene glutine

Il miglio, nome scientifico Panicum miliaceum, è uno dei cereali più antichi ma che spesso viene, a torto, trascurato. Diverse ricerche scientifiche hanno riportato l'attenzione su questo cereale, perché, in realtà, il miglio è una preziosa fonte di proprietà per la salute.

Miglio, nutrienti

Il miglio è di facile digeribilità, apporta energia e proteine in quantità maggiori rispetto a riso, grano o avena.

Non solo, il miglio è una fonte di amino acidi facilmente assimilabili, ma anche di vitamine, come vitamine del gruppo B, soprattutto B6, di supporto al sistema immunitario e alla funzionalità cerebrale, acido folico, e sali minerali (Liu et al, Int J Mol Sci, 2016). In particolare, il miglio è unico tra tutti i cereali visto l'alto contenuto in calcio, ferro, potassio, magnesio, fosforo, zinco ma anche fibre.

Non solo, il miglio contiene anche polifenoli e carotenoidi dall'azione antiossidante (Habiyaremye et al, Front Plant Sci, 2016 - Zhang et al, PLoS One, 2014).

Miglio e ritenzione idrica

Vista la presenza di sali minerali quali il potassio, il miglio aiuta a contrastare la ritenzione idrica. Infatti, il potassio stimola la diuresi e l'escrezione del sodio attraverso l'urina (Gallen et al, Am J Kidney Dis, 1998).

Miglio e sistema nervoso

Il miglio, grazie al suo apporto in lecitina, offre un valido supporto al sistema nervoso aiutando a ristabilire la funzione dei nervi, a rigenerare le fibre mieliniche e migliorare il metabolismo del cervello, risultando utile in caso di lavoro intellettuale e affaticamento (Habiyaremye et al, Front Plant Sci, 2016).

Miglio, cuore e diabete

Ricerche scientifiche hanno osservato che il miglio è associato ad un ridotto rischio di sviluppare diabete tipo 2, visto l'alto contenuto in magnesio. Infatti, il magnesio supporta diverse reazioni responsabili della regolazione del glucosio e dell'insulina. Per esempio, è emerso che, in persone con diagnosi di diabete tipo 2, sostituire la colazione a base di riso con una colazione a base di miglio ha ridotto la glicemia postprandiale mostrando così un'azione protettiva e benefica in caso di iperglicemia (Narayanan et al, Indian J Med res, 2016). Anche in caso di prediabete il miglio può risultare di aiuto. Infatti, introdurre 50 grammi di miglio al giorno per 3 mesi in persone con alterata tolleranza al glucosio ha portato ad una riduzione nella glicemia, sia a digiuno che postprandiale (Ren et al, Nutrients, 2018).

Non solo, il magnesio aiuta anche a ridurre la frequenza delle emicranie e degli attacchi di cuore (Habiyaremye et al, Front Plant Sci, 2016 - Zhang et al, PLoS One, 2014). Il miglio protegge in generale la salute del cuore vista la presenza di fibre e antiossidanti, che aiutano a tenere sotto controllo i valori di colesterolo.

Non solo, il miglio aiuta anche a tenere sotto controllo la pressione sanguigna (Habiyaremye et al, Front Plant Sci, 2016).

Miglio e ossa

Il fosforo presente nel miglio è essenziale per la formazione della matrice minerale delle ossa (Habiyaremye et al, Front Plant Sci, 2016).

Miglio e l'azione antitumorale

I polifenoli del miglio contribuiscono a contrastare le degenerazioni cellulari. Per esempio, è stato osservato che i lignani, che sono nutrienti presenti nel miglio, agiscono contro diversi tipi di tumore causati dagli ormoni, come il tumore al seno (Habiyaremye et al, Front Plant Sci, 2016).

Miglio e glutine

Il miglio è privo di glutine e pertanto si presta ad essere inserito nella dieta di persone intolleranti al glutine (Habiyaremye et al, Front Plant Sci, 2016).

Miglio in cucina

E come si mangia il miglio? Ecco qualche idea. In una pentola versa un bicchiere di miglio in 400 ml di acqua con poco sale. Porta il tutto ad ebollizione e fai sobbollire per 20 minuti abbassando la fiamma e coprendo con il coperchio. Servi con contorno di verdure come fagiolini e carote al vapore. Esiste anche la farina di miglio. Questa farina non è utile per preparare pagnotte, in quanto non favorisce la lievitazione, ma è perfetta per realizzare gustosi, e salutari, porridge per colazione. Per esempio, porta ad ebollizione tre tazze di farina di miglio insieme a mezza tazza di latte vegetale e 3 datteri tagliati a pezzi. Lascia sobbollire per cinque minuti mescolando spesso e fino a quando i datteri si saranno sfaldati. Aggiungi vaniglia e cannella e servi con frutti di bosco.

Share on Facebook Share on Twitter Share on Whatsapp Share on Pinterest Email
Natural Remedies
Scarica ora l'App Rimedi Naturali, l'app di benessere e salute naturale, è gratis!
App Rimedi Naturali: benessere, bellezza e salute
Lifestyle, dieta sana, cosmesi naturale
Remedies App Logo