Menu
Natural Home Remedies healthy recipesNatural Home Remedies healthy lifestyle
Mirtillo nero (frutti)

Mirtillo nero (frutti)

Azione antiossidante, effetto protettivo sulla circolazione, capaci di fortificare i vasi sanguigni, proprietà diuretiche e antinfiammatorie contro le infezioni del tratto urinario, rimedio contro la diarrea, capaci di migliorare l’adattamento della vista in chi ha problemi di vista
Il mirtillo nero, nome scientifico Vaccinium myrtillus, è una pianta della famiglia delle Ericacee. Il mirtillo nero era già noto a Dioscoride, medico greco del primo secolo dopo Cristo, che lo utilizzava come rimedio contro la dissenteria. I frutti del mirtillo, i mirtilli appunto, sono ricchi di flavonoidi e aiutano a rafforzare i capillari e migliorare la circolazione risultando utili quindi a prevenire e curare problemi come fragilità capillare, geloni, vene varicose e difficoltà di circolazione anche in persone che soffrono di diabete. Ma le portentose proprietà dei mirtilli, ricchi di antiossidanti contro i danni causati dai radicali liberi e dai processi di invecchiamento, non finiscono qui. Le bacche sono infatti ricche di betacarotene e fanno bene alla vista. Durante la Seconda Guerra Mondiale i piloti inglesi della RAF che consumavano marmellate di mirtilli neri prima delle missioni aree notturne notavano un miglioramento della vista al buio, questo fatto ha incuriosito gli scienziati che hanno svolto diversi studi su questa proprietà dei mirtilli che sarebbero in grado di migliorare la visione notturna. Studi di qualche anno fa sembravano aver dimostrato la capacità delle antocianine di accelerare la rigenerazione dei pigmenti retinici, tuttavia uno studio del 2014 condotto da un gruppo di scienziati canadesi e pubblicato sulla rivista Agricultural and Food Chemistry ha un po’ ridimensionato il ruolo dei mirtilli nel miglioramento della visione. Infatti, tra le persone sottoposte a cura con il mirtillo, è stata rilevata unicamente una capacità di adattamento più veloce dell’occhio se esposto a luce abbagliante, e comunque questo beneficio è stato rilevato in persone con problemi di vista, chi ha già una vista sana non ha rilevato cambiamenti. Gli scienziati hanno comunque rilevato che le antocianine contenute nei mirtilli sarebbero in grado di migliorare la salute della vista in chi ha problemi pregressi agli occhi, e questo è un grande risultato. I mirtilli neri hanno anche proprietà diuretiche e antinfiammatorie, non solo, contengono sostanze capaci di impedire ai batteri responsabili delle infezioni urinarie di attaccare le pareti della vescica. Questi frutti, sia freschi che essiccati e utilizzati sotto forma di tisana, sono un rimedio contro la diarrea.

Frutti e succo

Puoi consumare i mirtilli freschi in grandi quantità, a merenda o per colazione insieme allo yogurt di soia. In alternativa puoi bere il succo di questi frutti, un bicchierino prima di colazione. Le ricerche hanno dimostrato infatti che le sostanze antiossidanti dei mirtilli si conservano anche nei succhi, a condizione che non ci siano zuccheri aggiunti e che derivino da succo fresco e non concentrato. Anche i mirtilli surgelati conservano le loro proprietà, tuttavia, visti i casi di contaminazione da epatite A di qualche tempo fa, è sempre meglio utilizzare i frutti congelati per preparare torte o muffin oppure consumarli solo dopo averli fatti bollire in poca acqua per due minuti, un tempo che preserva comunque i nutrienti. L’esposizione al calore in questo caso è importante in quanto il virus dell’epatite A viene distrutto rapidamente dal calore. Infine puoi utilizzare i mirtilli neri per preparare la marmellata, considera però che con la cottura prolungata molte sostanze benefiche vengono perse ma ne restano comunque un po’ e queste apportano sempre benefici, lo hanno dimostrato studi scientifici.

Tisana

In caso di infezione intestinale o diarrea porta ad ebollizione un litro di acqua, togli quindi dal fuoco e metti in infusione 4 cucchiai di bacche fresche per dieci minuti, filtra e bevi due o tre tazze al giorno.
AUTORE
Unisce la sua passione per uno stile di vita naturale e la sua formazione universitaria, è infatti laureata in fisica e ha il dottorato di ricerca in fisica, settore biofisica. Leggere articoli scientifici, documentarsi sulle ultime ricerche e testare nuovi metodi e ricette è quindi da sempre il suo lavoro, che, speriamo, di aver reso utile.
Natural Remedies App Logo
Scarica ora l'App Rimedi Naturali, l'app di benessere e salute naturale, è gratis!

Potrebbero anche interessarti questi rimedi naturali

Sale nero di Cipro
Sale nero di Cipro
Esistono diversi tipi di sale nero, come per esempio il sale nero delle Hawaii, il sale nero indiano proveniente dalle montagne dell’India e molto ricco di minerali o anche il sale nero di Cipro. Quest’ultimo viene estra
Riso nero
Riso nero
Il riso nero è una varietà di riso della specie Oryza sativa. Si tratta di un riso integrale di colore nero originario della Cina dove, secoli fa, era considerati cibo degno solo dell’imperatore. Al giorno d’oggi invece
Capelli, ecco i migliori trattamenti naturali per tingerli o donare loro riflessi Parte 2, mallo di noce, ibisco, tè nero e salvia
Capelli, ecco i migliori trattamenti naturali per tingerli o donare loro riflessi Parte 2, mallo di noce, ibisco, tè nero e salvia
La natura è bellezza. Lo sapevi che piante ed erbe possono anche aiutare a ravvivare un colore di capelli spento e coprire i primi capelli bianchi? Questo può essere molto utile quando ci troviamo nell’impossibilità di a
Pepe nero
Pepe nero
il pepe nero è una spezia ottenuta da una pianta originaria dell’India. Aggiunto ai cibi favorisce la digestione, stimolando la produzione di succhi gastrici, e agevola l’assorbimento delle sostanze nutritive. Il pepe n
Olio di semi di cumino nero
Olio di semi di cumino nero
Il cumino nero, nome scientifico Nigella sativa, è una pianta di origine asiatica appartenente alla famiglia delle Ranuncolaceae. Dai semi di cumino nero si ricava, tramite pressatura a freddo, un olio dalle interessanti
Cavolo nero
Cavolo nero
Il cavolo nero, nome scientifico Brassica oleracea convar. acephala var. palmifolia, è un tipo di ortaggio appartenente alla famiglia delle Crucifere molto utilizzato nella cucina italiana e il protagonista della famosa
Rafano nero
Rafano nero
consuma bollito condito con olio o a crudo
Naturalmente belli Parte 6, tè verde, nero e bianco, i cosmetici liquidi
Naturalmente belli Parte 6, tè verde, nero e bianco, i cosmetici liquidi
Una fogliolina di una pianta cadde nella tazza di acqua bollente dell’Imperatore cinese Shen Nung che, assaporandone deliziato l’aroma, decise che questa nuova bevanda era stata inviata dal cielo. Così, secondo la leggen
Rimedi naturali
Scarica l'App
Copyright © 2022 - Rimedi naturali Registered Brand 302018000008020
x