Probiotici e yogurt
Natural RemediesNatural Remedies

Probiotici e yogurt

Cosa

Assumere i probiotici aiuta il nostro corpo a lavorare meglio, supporta il sistema immunitario, protegge il sistema cardiovascolare e ha benefici per la pelle, ma non tutti gli yogurt contengono probiotici, vediamo di capire come scegliere gli yogurt o come prepararli in casa in modo che siano anche benefici per l’intestino.

Come

Gli scienziati gli hanno dato un nome per indicare la sua importanza e la sua complessità, lo chiamano microbiota. Il microbiota è costituito dalle decine di migliaia di miliardi di batteri che vivono nel nostro tratto intestinale e dal loro stato di salute dipende anche il nostro. Ricerche scientifiche hanno infatti osservato come il microbiota non sia solo preposto alla digestione ma che da questo dipenda anche il sistema immunitario, infatti questi microorganismi insegnano alle cellule deputate alla difesa come riconoscere i patogeni. Non solo, il microbiota sintetizza vitamine che il corpo altrimenti non sarebbe in grado di produrre, come la vitamina K e la vitamina B9 o acido folico, migliora il metabolismo del glucosio e del colesterolo, ha un effetto anti ipertensivo e determina la salute della mucosa intestinale contrastando le infiammazioni locali. Un microbiota in cattiva salute può causare, tra gli altri problemi, la sindrome dell’intestino irritabile, allergie, obesità, depressione e anche alcuni tipi di tumore (Sorrentino, Grassi dentro, 2016). Il microbiota è costituito da diversi ceppi di batteri, alcuni dei quali possono prendere il sopravvento sugli altri in base a stile di vita e alimentazione. Può quindi capitare, in seguito a periodi di forte stress, una dieta squilibrata e troppo ricca di alimenti raffinati o farmaci come gli antibiotici, che i batteri buoni dall’azione benefica e antinfiammatoria lascino il posto ad altri, meno benefici e pro infiammatori.

L’importanza dei probiotici

Esistono particolari integratori, chiamati probiotici, termine che viene dal greco e significa per la vita, che, se assunti oralmente, possono però aiutare a ristabilire la buona salute del microbiota dal momento che apportano batteri buoni e fisiologici, cioè che vivono già nel nostro intestino ma che hanno bisogno di una mano per riportare l’equilibrio. I probiotici sono preparati a partire da tre ceppi di batteri, Bifidobacteria, Lactobacilli, Eubacteria. Ma come assumere questi probiotici?

Lo yogurt è un probiotico?

Si sente spesso dire che lo yogurt fa ben all’intestino in quanto contiene fermenti vivi. Tuttavia, questo è vero solo in parte, infatti c’è yogurt e yogurt. Tutti gli yogurt vengono prodotti a partire da fermenti vivi, quali Lactobacillus bulgaricus e Streptococcus thermophilus, che hanno lo scopo di fermentare il latte e trasformare il lattosio in acido lattico. Tuttavia questi batteri, appena raggiungono lo stomaco umano e vengono assaliti dai succhi gastrici, muoiono e quindi non danno nessun reale beneficio al nostro microbiota e pertanto non sono classificati come probiotici (Ciorba, Clin Gastroenterol Hepatol, Sep 2012). Questo è il caso degli yogurt tradizionali che in etichetta riportano solo i fermenti Lactobacillus bulgaricus e Streptococcus thermophilus. Esistono però yogurt con l’aggiunta di probiotici, quali Lactobacillus acidophilus, plantarum, rhamnosus e casei e alcuni Bifidobatteri, come animalis, breve, bifidum, longum e lactis, gli unici in grado di superare la barriera dello stomaco e arrivare all’intestino. In questo modo i probiotici potranno riequilibrare la flora batterica portando beneficio alla pelle, migliorando i processi di guarigione in caso di ferite, contrastando la dermatite e ringiovanendo i tessuti, supportando il sistema immunitario e il sistema cardiovascolare con un controllo del colesterolo e della glicemia (Shi et al, Trop Life Sci Res, Aug 2016). Attenzione però, anche gli yogurt che indicano in etichetta l’aggiunta di probiotici possono non contenerne una quantità sufficiente a determinare un vero effetto benefico. Perché questo avvenga, infatti, nell’organismo dovrebbero entrare circa un miliardo di batteri. Nello yogurt appena confezionato in genere se ne contano circa 2 miliardi. Il problema è che i batteri iniziano subito a morire, quindi, arrivati alla data di scadenza dello yogurt, di questi benefici probiotici non ne sono rimasti molti! Ecco perché è importante consumare yogurt lontani dalla data di scadenza o, ancora meglio, produrre in casa lo yogurt. Tuttavia, in questo ultimo caso, il consiglio è di utilizzare come starter o un vasetto d yogurt addizionato con probiotici e lontano dalla data di scadenza oppure fermenti che abbiano anche l’aggiunta dei probiotici elencati nel paragrafo precedente. Il procedimento è semplice, nel contenitore versa poco meno di un litro di latte e 4 cucchiai di yogurt oppure i fermenti. Inserisci il vaso nella yogurtiera e lascia lavorare tutta la notte, in genere per 7-8 ore. Togli quindi il vaso dalla yogurtiera ed ecco pronto lo yogurt ricco di probiotici e fatto in casa! Lascialo raffreddare e poi riponilo in frigorifero.
Natural Remedies App Logo
Scarica ora l'App Rimedi Naturali, l'app di benessere e salute naturale, è gratis!

Potrebbero anche interessarti questi rimedi naturali

Scarica l'App
Copyright © 2019 - naturallifeapp.com Registered Brand 302018000008020