Pulizie naturali Parte 3, addio calcare

Aceto bianco, limone e acido citrico sono degli ottimi rimedi per sbarazzarsi del calcare che si deposita nelle pentole, nei bollitori, su piastrelle o soffioni delle docce.
Come i cosmetici per la bellezza di pelle e capelli spesso contengono sostanze irritanti e persino potenzialmente cancerogene anche i prodotti dedicati all’igiene e alla pulizia della casa possono contenere ingredienti a cui prestare attenzione, per la propria salute e per il benessere del Pianeta. Oggi parliamo dei prodotti per rimuovere il calcare dalle superfici. Il calcare lascia aloni poco piacevoli e può rovinare gli elettrodomestici, tuttavia, nel caso del calcare, la prevenzione è molto difficile soprattutto quando l’acqua che abbiamo a casa è dura, cioè ricca di sali minerali. L’unica azione possibile contro il calcare è rimuoverlo, ecco quindi che fanno la loro comparsa gli anticalcare. Il problema è che nei prodotti anticalcare tradizionali troviamo dei disincrostanti, che contengono sostanze molto acide, come l’acido cloridrico, capaci di sciogliere il calcare ma al tempo stesso sono anche molto corrosive e alla lunga rovinano le superfici con cui entrano in contatto. Non solo, gli anticalcare tradizionali sono anche pericolosi per la salute di occhi e pelle, vanno maneggiati con molta cautela e se entrano in contatto con la pelle possono provocare irritazioni ed ustioni. E quando vengono associati a sostanze come ammoniaca e candeggina, presenti in molti prodotti per la pulizia, fanno reazione sprigionando gas tossici che causano problemi respiratori e nausea. Infine sono anche molto inquinanti per l’ambiente, soprattutto per quello acquatico. Vediamo quindi dei sostituti naturali che puoi trovare a casa.

Aceto bianco

L’aceto bianco è un valido aiuto per togliere il calcare da pentole, superfici e bollitori. Per esempio, in caso di calcare depositato dentro pentole, caffettiere o bollitori, puoi versare un bicchiere di aceto bianco, un bicchierino se per la caffettiera, e acqua tiepida riempiendo fino all’orlo. Lascia agire per 5-10 minuti, poi agita e sciacqua con abbondante acqua. Se il calcare ha colpito il soffione della doccia, invece, puoi procedere in questo modo. Fai bollire una soluzione di 250 ml di aceto bianco e 1 litro di acqua, togli dal fuoco e metti in ammollo il soffione per 15 minuti circa, poi sciacqualo e puliscilo con una spugna. Per tenere puliti i tubi della lavatrice invece puoi versare 250 ml di aceto bianco nello spazio del detersivo e fare un lavaggio a temperatura massima, puoi approfittarne per lavare lenzuola o asciugamani.

Limone e acido citrico

Sia il limone che una sua componente, l’acido citrico, sono ottimi per togliere il calcare. Per esempio, in caso di incrostazioni di calcare sui rubinetti puoi sfregarli con un limone tagliato a metà. In alternativa puoi preparare da te un fantastico spruzzino anticalcare, da usare su superfici come lavelli, rubinetti o piastrelle, utile anche a togliere i depositi di unto. Mescola 75 grammi di acido citrico in polvere, lo puoi trovare in farmacia, a 500 ml di acqua, versa il tutto in un contenitore spray pulito. Agita sempre prima dell’uso, spruzza sulla superficie e lascia agire un paio di minuti, poi pulisci con una spugna e sciacqua.
Scarica ora l'App Rimedi Naturali, l'app di benessere e salute naturale, è gratis!
Rimedi naturali
Scarica l'App
Copyright © 2020 - naturallifeapp.com Registered Brand 302018000008020
x
Home
Chi siamo
App
Rimedi naturali
Esercizi Yoga
Rimedi fai da te
Ricette Sane
Oli essenziali
Cerca
Il nostro libro
Shop