Menu
Natural Home Remedies healthy recipesNatural Home Remedies healthy lifestyle
Tè alla menta, una bevanda che sa di terre esotiche

Tè alla menta, una bevanda che sa di terre esotiche

Carminativo, aiuta i processi digestivi, contrasta gonfiori e dolori addominali, calma gli spasmi, azione antimicrobica e analgesica, utile per la salute del cavo orale e contro l’alito cattivo, diuretico, migliora attenzione e concentrazione, contrasta la nausea e il mal di testa causato dallo stress, allevia i sintomi delle allergie
Oggi parliamo del tè alla menta, un tè che, con il suo profumo fresco e affascinante, parla di terre lontane ed esotiche. Ma il tè alla menta è anche una bevanda salutare.

Tè alla menta, proprietà

Le foglie di menta, nome scientifico Mentha piperita, sono ricche di oli essenziali e di sostanze antiossidanti, antimicrobiche, antitumorali e antivirali, come acido rosmarinico, luteolina ed esperidina. Per infusione in acqua bollente di queste foglioline si ottiene una tisana molto particolare, il famoso tè alla menta. Con questo procedimento vengono estratti e rilasciati nella tisana il 75% delle sostanze antiossidanti e poco più del 20% degli oli essenziali (Cam et al, J Food Sci Technol, 2019). Grazie a queste caratteristiche, il tè alla menta ha mostrato di rilassare il tratto gastrointestinale e avere effetti benefici sulla digestione, la bevanda risulta anche carminativa e analgesica (Begas et al, Food Chem Toxicol, 2017). Non solo, il tè alla menta aiuta a contrastare dolore, gonfiore addominale e diarrea in caso di sindrome del colon irritabile (Prescrire Int, 2008). Questa bevanda risulta anche calmante e rilassante, contrasta i crampi addominali, per esempio in caso di mestruazioni dolorose, e modula il sistema immunitario (McKay et al, Phytother Res, 2006 – Chandrasekara et al, J Tradit Complement Med., 2018). L’azione antispasmodica della menta è una preziosa alleata per sedare la tosse, l’asma e le bronchiti (Messegue, il mio erbario). Grazie al suo contenuto in acido rosmarinico, il tè alla menta contribuisce a contrastare i sintomi legati all’allergia, come rinite e congiuntivite (Oh et al, Exp Biol Med, 2011). Non solo, il tè alla menta aiuta ad alleviare il mal di testa causato dallo stress, è anti nausea e migliora concentrazione e attenzione. Da non dimenticare che questa bevanda è anche un potente diuretico, utile quindi a contrastare la ritenzione idrica, smuovere ristagni e tossine (S.C. Taneja, Handbook of Herbs and spices, 2012). Infine, come sottolinea il noto erborista francese Messegue nel suo libro Il mio Erbario, sciacqui con un infuso concentrato alla menta sono utili per la salute delle gengive oltre che per migliorare l’alito.

Tè alla menta, preparazione

Porta ad ebollizione poco più di una tazza di acqua. Togli dal fuoco e aggiungi una manciata di foglie fresche di menta o un cucchiaino raso di foglie di menta essiccate. Lascia in infusione per dieci minuti, quindi filtra e bevi. Invece, se intendi usare la menta per fare sciacqui e gargarismi per la salute del cavo orale, porta ad ebollizione una tazza di acqua. Togli dal fuoco e aggiungi 1 cucchiaio di foglie secche. Lascia in infusione per quindici minuti, quindi filtra e una volta raffreddato usa per fare sciacqui.

Tè alla menta, controindicazioni

Generalmente il tè alla menta non presenta controindicazioni (Prescrire Int, 2008). Tuttavia, presta attenzione se soffri di acidità di stomaco e ulcere, in quanto il tè alla menta potrebbe peggiorare queste condizioni. Non solo, è meglio evitare l’assunzione del tè alla menta prima di andare a dormire in quanto potrebbe disturbare il sonno. Se stai assumendo farmaci chiedi sempre consiglio al tuo medico prima di iniziare un trattamento con la menta, in quanto questa pianta può interagire con alcuni medicinali. In particolare, gli oli essenziali contenuti nella menta, e anche nel tè alla menta, possono interferire sulla capacità del fegato di metabolizzare alcuni tipi di medicine, come alcuni antidepressivi, antistaminici, antimicotici, anticoagulanti e antibiotici (Samojlik et al, Phytother Res, 2012 – Kobayashi et al, Biosci Biotechnol Biochem, 2019).
AUTORE
Unisce la sua passione per uno stile di vita naturale e la sua formazione universitaria, è infatti laureata in fisica e ha il dottorato di ricerca in fisica, settore biofisica. Leggere articoli scientifici, documentarsi sulle ultime ricerche e testare nuovi metodi e ricette è quindi da sempre il suo lavoro, che, speriamo, di aver reso utile.

Potrebbero anche interessarti questi rimedi naturali

Menta, la pianta che aiuta ad affrontare i mesi caldi
Menta, la pianta che aiuta ad affrontare i mesi caldi
Con il cielo terso e il sole che brucia ogni cosa non viene certo da pensare di bere un tè caldo in estate… eppure… bisognerebbe ricredersi. Infatti, lo sanno bene i beduini che, per combattere il clima torrido del deser
Tè verde matcha
Tè verde matcha
Il matcha è un tipo di tè verde giapponese che si ricava, come anche le altre varietà di tè verde, dalle foglie di Camellia sinensis. Questo tè è considerato molto pregiato e viene usato in genere nelle cerimonie del tè.
Tè nero
Tè nero
Il tè nero si ottiene dalle foglie di Camelia Sinensis, la stessa pianta del tè verde, la differenza tra i due tipi di tè è unicamente nella lavorazione cui vengono sottoposte le foglie: nel tè nero infatti le foglie van
Cosmesi naturale, i rimedi di bellezza nel mondo, Il tè antirughe che viene dall’Africa
Cosmesi naturale, i rimedi di bellezza nel mondo, Il tè antirughe che viene dall’Africa
Sulla costa meridionale del Sud Africa cresce un cespuglio con i fiori che profumano di miele, questo è honeybush, nome scientifico Cyclopia della famiglia delle Fabaceae, e dalle sue foglie si ottiene un portentoso rime
Tè al gelsomino, il tè dall'aroma celestiale
Tè al gelsomino, il tè dall'aroma celestiale
Il tè al gelsomino è un tè verde arricchito con fiori di gelsomino che gli conferiscono un aroma particolarmente affascinante. Ma non è solo questione di profumo. I fiori di gelsomino, infatti, lavorano in sinergia con g
Tè chai
Tè chai
Il tè chai indiano non è solo una moda moderna ma è una bevanda aromatica salutare con una tradizione molto antica, risalente a più di 5000 anni fa. Questo tè è realizzato con tè nero, latte e una miscela di spezie, tra
Tè di Giava
Tè di Giava
Ortosiphon, o tè di Giava, è una pianta perenne originaria dell’Asia tropicale. Le foglie, utilizzate per preparare infusi o altri preparati erboristici come capsule, hanno proprietà diuretiche e depurative, favoriscono
Naturalmente belli Parte 6, tè verde, nero e bianco, i cosmetici liquidi
Naturalmente belli Parte 6, tè verde, nero e bianco, i cosmetici liquidi
Una fogliolina di una pianta cadde nella tazza di acqua bollente dell’Imperatore cinese Shen Nung che, assaporandone deliziato l’aroma, decise che questa nuova bevanda era stata inviata dal cielo. Così, secondo la leggen
Rimedi naturali
Scarica l'App
Copyright © 2022 - Rimedi naturali Registered Brand 302018000008020
x