Veronica

Proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e antimicrobiche provate da studi scientifici, utile per contrastare tosse, raffreddore, bronchite e in generale malanni tipici del periodo autunnale ed invernale, aiuta a tenere sotto controllo il colesterolo e l’arteriosclerosi, effetto depurativo, contrasta le malattie della pelle e soprattutto gli eczemi, azione calmante e digestiva.
La veronica, nome scientifico Veronica officinalis, è una pianta appartenente alla famiglia delle Plantaginaceae già nota agli antichi popoli germanici per le sue proprietà benefiche. Proprio grazie alla sua azione salutare viene nominata anche dalla famosa erborista Maria Treben. La veronica, conosciuta come tè svizzero o tè d’Europa, cresce spontanea su terreni secchi ed è caratterizzata da un alto potere depurativo, aiuta a tenere sotto controllo il colesterolo e previene l’arteriosclerosi. Non solo, questa pianta ha anche un’interessante azione lenitiva in caso di eczemi e pruriti. Puoi usare la veronica per stimolare la digestione e come calmante, una tazza di tisana è infatti ideale da bere alla sera prima di andare a dormire. Il rimedio è caratterizzato anche da proprietà antinfiammatorie ed espettoranti, divenendo un alleato per contrastare i tipici malanni di stagione, raffreddori e bronchiti che inevitabilmente il freddo e i luoghi chiusi ed affollati portano con sé. Questo effetto della veronica è stato anche studiato dal punto di vista scientifico e i risultati della ricerca, condotta in vitro su cellule di polmone umano, sono stati pubblicati nel 2013 sul Journal of ethnopharmacology da parte di un team della University Medical Center Freiburg, Germania. In particolare lo studio ha dimostrato l’effetto antinfiammatorio e ha tentato di spiegarlo a livello molecolare, anche se è chiaro che sono necessari ulteriori studi perché si arrivi l’utilizzo della veronica in medicina. Un altro studio del 2015 e pubblicato sulla rivista International Journal of molecular science ad opera di scienziati rumeni ha evidenziato e dimostrato che la veronica ha anche proprietà antiossidanti e antimicrobiche nei confronti dei ceppi di Staphylococcus aureus, Listeria monocytogenes e Listeria ivanovii. Infine la veronica si dimostra utile per trattare reumatismi e gotta. Non ci sono controindicazioni per l’assunzione della veronica ma chiedi sempre consiglio al medico in gravidanza ed allattamento. Vediamo gli usi principali.
Tisana- Porta a bollore una tazza di acqua, poi togli dal fuoco e getta un cucchiaino colmo di pianta essiccata, la trovi in erboristeria. Lascia riposare qualche minuto poi filtra. Puoi bere la tisana oppure utilizzarla per impacchi su zone della pelle con eczemi.

Tintura madre

Puoi trovare la veronica anche sotto forma di tintura madre da prendere 30 gocce due volte al giorno lontano dai pasti e in poca acqua.

Succo

Per trattare diverse malattie della pelle ma soprattutto gli eczemi l’erborista Maria Treben consigliava di preparare un succo di veronica, lavando prima le sommità fiorite e poi centrifugandole. Il succo si conserva in frigorifero e se ne assume un cucchiaino due volte al giorno.
Scarica ora l'App Rimedi Naturali, l'app di benessere e salute naturale, è gratis!

Potrebbero anche interessarti questi rimedi naturali

Rimedi naturali
Scarica l'App
Copyright © 2020 - naturallifeapp.com Registered Brand 302018000008020
x
Home
Chi siamo
App
Rimedi naturali
Esercizi Yoga
Rimedi fai da te
Ricette Sane
Oli essenziali
Cerca
Il nostro libro
Shop